giovedì 18 settembre 2014

ANALISI DI ALCUNE PROFEZIE SU BENEDETTO XVI e PAPA FRANCESCO - Seconda Parte



Consiglio di leggere la prima parte di questo articolo, prima di addentrarsi in questa seconda parte.

Proseguiamo l’analisi di fonti correlate all’argomento trattato.

Questa fonte non è di natura profetica ma parrebbe essere un’indiscrezione uscita dal Vaticano stesso.
In un articolo su Papalepapale (qui il link all’articolo), l’autore scrive che un contatto interno al vaticano avverte:

«Per informazioni molto attendibili posso dirti qualche cosa che ti prego di non diffondere (…) questo pontificato non durerà più di un anno. Non lo ammazzeranno, tranquillo… Francesco finirà destituito attraverso una destituzione mascherata da rinuncia. Proprio così: un anno e ci ritroveremo con due pontefici cosiddetti “emeriti” (…)».

Al direttore del blog vengono poi fornite ulteriori spiegazioni che lui non diffonde, ma prosegue con altre informazioni:

 «Il buon Messori pare a volte giocare all’informato, ma di fatto non lo è … Mi spiego: ricordi quando scrisse che Benedetto XVI avrebbe potuto ritirarsi in un monastero in Baviera o in altre parti d’Europa? Antonio… Antonio… oggi più che mai Benedetto XVI non può mettere piede fuori dal Vaticano. Non può … se a bordo di un’auto si avvicinasse coi suoi accompagnatori a una delle tre porte di uscita del Vaticano, la gendarmeria non lo lascerebbe uscire fuori. Così è, credimi: così è (…)».

Questo coincide con alcune fonti profetiche secondo le quali quella di Ratzinger sarebbe una prigionia, piuttosto che una libera scelta.
Ad ogni modo per la prima volta nella storia, due Pontefici vivono contemporaneamente: una coabitazione che non si era mai registrata nella Città Leonina.
Al direttore del sito vengono dati altri dettagli e spiegazioni che a noi non è dato di sapere, ma altre informazioni vengono fornite:

 «La quaestio canonica non è affatto risolta, per nulla! Si è solo scelto di non trattarla. Peraltro, l’atto di rinuncia non è chiaro e soprattutto non ricorrono i requisiti richiesti. E il Romano Pontefice, sebbene autorità suprema, non può inventare requisiti che non esistono o non spiegare con chiarezza estrema il suo gesto, perché l’ufficio non gli appartiene e non può creare figure nuove atte a contraddire la tradizione e soprattutto a condizionare i suoi successori».
«Dietro l’atto di rinuncia di Benedetto XVI si va delineando sempre più del torbido: alla rinuncia è stato costretto da lotte interne all’ultimo sangue e da alcune agguerrite fazioni disposte a sputtanare la Chiesa nel peggiore dei modi, come abbiamo avuto saggio nell’ultimo anno del suo pontificato».

E direi che qui non c’è bisogno di commenti.
Qui il “prete informatore” racconta:

«Sono stato però cercato e ho avuto contatti con personalità del mondo ecclesiale inimmaginabili (…) mi hanno affidato per più volte degli incarichi di massima riservatezza (…)».

A questo punto l’autore dell’articolo chiede a questo informatore riguardo la vicenda dei Francescani dell’Immacolata e questo risponde:

«Non è stato possibile salvarli perché dietro, a macchinare contro di loro, c’erano agguerriti più che mai i gesuiti che si sono visti fare in pezzi dai loro teologi i loro idoli».

Poi conclude col botto:

«Accontentati di questi miei vaghi accenni, cerca di darmi ascolto: tutto quello che oggi puoi scrivere sul tuo sito su Francesco, domani, molto presto, potrebbe tornarti indietro come un boomerang, perché questo pontificato farà storia, indubbiamente storia,  ma non immagini neppure quale genere di storia».

E al momento non possiamo immaginarlo nemmeno noi, ma solo fare delle ipotesi sulla base di quello che sappiamo dalle fonti profetiche.
Certamente questo Papa si è già fatto notare in qualche modo, ma siamo ancora ben lontani dagli scenari descritti fino adesso.

Giusto per rinfrescarci la memoria, faccio di nuovo un accenno alla profezia di Hezra e tento un'interpretazione:


Il capo della chiesa sarà preso al collo e al petto e cadrà con gli occhi al cielo.

Un altro si dimetterà dopo un attentato e ciò causerà la disfatta.

Il capo della chiesa che cadrà con gli occhi al cielo non potrebbe essere Giovanni Paolo II nell'attentato del 13 maggio del 1981?
E l'altro quindi potrebbe essere Benedetto XVI che si è dimesso forzatamente dopo una minaccia alla sua vita? Nella visione di Auricchia infatti il Papa non vuole firmare le dimissioni...  
Dimissioni che darebbero il via alla "disfatta" della Chiesa.

due prelati, vestiti di porpora rossa con i cappelli rotondi in testa, dopo essere entrati, portano un documento e cercano dì farlo firmare al Papa. Quel documento il Papa non lo firma. 
(ma poi viene costretto... N.d.r.)

Solo un tentativo di interpretazione...

Nella terza parte esamineremo altre fonti interessanti che vertono sulle stesse tematiche e anche le “voci contrarie” e quelle "apparentemente" contrarie, cioè dalla dubbia interpretazione.

Certamente è difficile discernere tra le varie fonti la Verità, per alcuni probabilmente è blasfemo il semplice dar credito o ricercare tra questo tipo di informazioni, ma come già detto, questo è un archivio di profezie riguardanti gli Ultimi Tempi e come tale indaga le fonti più disparate per tentare di capire i tempi in cui viviamo, come nella Bibbia la sentinella, attenta ai Segni, è pronta ad avvertire i fratelli dei pericoli incombenti... e questo studio attento ha spesso dato frutto: consiglio di rileggere gli articoli di questo blog "ANALISI DI PROFEZIE SULL'ULTIMO PAPA - Parte Prima" e la seconda parte, scritti nel settembre 2011, ancora lontani dai fatti che abbiamo oggi sotto gli occhi e vedere quanto hanno descritto di ciò che poi è avvenuto e quanto pare più prossimo a verificarsi ciò che ancora non è avvenuto.
Segnalo anche la quarta parte delle "Profezie sull'Anticristo", dove analizzando le "Profezie di Papa Giovanni XXIII" veniva delineata in anticipo l'attuale situazione della Chiesa con due Papi (uno in carica ed uno Emerito). 

Continua nella terza parte.


giovedì 11 settembre 2014

ANALISI DI ALCUNE PROFEZIE SU BENEDETTO XVI e PAPA FRANCESCO - Prima Parte


Premetto che quanto sto per scrivere è semplicemente l'evidenza di alcune correlazioni riscontrate da diverse fonti profetiche e non, in relazione alla figura di Papa Francesco e alla non titolarità della sua investitura sul Trono Petrino, ma personalmente mi discosto da qualsiasi giudizio.

Questo blog è un archivio di profezie e uno studio sulle similitudini e correlazioni nelle diverse fonti profetiche per cercare un eventuale "filo rosso" che possa darci un'idea del Piano Divino per il futuro dell'umanità, ma più che un'idea non possiamo farci, perché il giorno e l'ora per lo svolgimento di quegli eventi collegati alla Fine dei Tempi non la conosce nessuno se non Dio.


Cominciamo da un veggente già citato in questo blog, le cui profezie fin'ora sono state fedeli a quello che poi è accaduto: mi riferisco a Giuseppe Auricchia di Mammanelli, Avola (SR), portavoce della Madonna del Pino, le cui apparizioni sono cessate nel maggio 2012 alla sua morte.

A questo link trovate un articolo di questo blog relativo a due sue profezie rispettivamente legate al crollo dell'economia iniziato negli USA ed allo tsunami in Indonesia del dicembre del 2004.



La Madonna del Pino, già dal 2006 (quindi ben 7 anni prima delle sue dimissioni) avvertiva:


"Figlio ascoltami, la profezia dei tre Papi è finita (riferimento alla "Profezia dei Tre Papi" delle apparizioni di Garabandal, link), per ora; mentre il futuro è terribile, di questo Mio Vicario non sarà un lungo pontificato. (…) Ecco, busso, busso ancora, c’è pochissimo tempo al calar della sera. Io sono colui che guarisce le vostre ferite, venite! Unitevi alla discussione come ha detto il Mio Vicario su scienza e fede"


il 13 febbraio 2008:


Signore Gesù: "Senti come urlano, urlano, urlano. Con queste urla il mondo crollerà. Italia, Italia sarai l’ultima a cadere. Quanto sangue scorrerà sulle vie di Roma. O Roma, Roma, Io li ho portato le Mie radici, e tu urli. I capi sono divisi contro la Mia Chiesa, contro il Mio Vicario. Povero figlio Mio. I Miei sacerdoti, in molti si immoleranno con la loro vita per la difesa del Papa, ma molti Mi tradiranno per la paura"

ricordiamo la profezia di Hezra che è correlata a questo messaggio.

nel maggio 2008 c'è un accenno ad uno scisma, Evento già citato in moltissime profezie: 

Signore Gesù: "Amo il sacerdote fedele e fervente. Amo il sacerdote che non sa o non vuole dare allo stesso modo. Uno è motivo di gloria, di riparazione, di consolazione al Mio Cuore Sacerdotale, l’altro è causa di sofferenze per gli altri sacerdoti, di gloria non elevata a Dio per Me, per Mio mezzo.

Ma Io continuo ad amare, ad offrire occasioni di ritorno al Mio cuore ferito. Il Mio amore infinito si estende ad ogni Mio sacerdote con ineffabile tenerezza. Sono il buon Pastore che con le Mie fedeli pecorelle soffro per contenere nel Mio ovile le pecorelle che tramano l’abbandono e la fuga. La Chiesa Cattolica Apostolica è il Mio ovile. In questa umanità, Pastore è il Mio Vicario. Chi ascolta e mette in pratica la sua parola, egli è con Me. Chi non segue la Chiesa nella parola del Pontefice è fuori da Me e perciò contro di Me. Voi sacerdoti che volete abbandonare la Mia via in nome di una presunta giustizia, badate ai vostri passi, quando prenderanno false direzioni avrete determinato lo scisma. Allora l’umanità verrà sottoposta ai flagelli ed alla rovina e Dio raccoglierà i giusti per formare essi con il Papa, il cuore sacerdotale della nuovaChiesa. Venite a Me, a Gesù. Venite al vostro Pastore, accostatevi al Mio Amore e per questo attingete alle fonti infallibili del Mio messaggio evangelico: esso è la Via, contiene la Verità, vi porta la Mia vita"

nel settembre 2008 la rivelazione, con cinque anni di anticipo, dell'isolamento e deposizione di Papa Benedetto XVI:

Madonna: "Rimanete vicino al Papa Benedetto XVI, egli è un uomo santo ed è molto vicino al Mio cuore di Madre. Figli e figlie, dovete fare attenzione, man mano che gli ultimi tempi si avvicinano. Egli soffrirà molto per Mio Figlio Gesù, lui è sempre pronto nel riservare gli insegnamenti della Chiesa ma verrà perseguitato. Non vedete quello che sta accadendo attorno a voi? Io intercedo presso Mio Figlio per proteggerlo dal male. Non siate sorpresi se un giorno verrà isolato, e questo potrà accadere nel prossimo futuro. Vi sarà nel mondo una rivolta politica dei senza Dio, in quel tempo in Italia si vedrà l’odio dei senza Dio, al suo posto insedieranno un falso profeta della gente del male. Questo evento ed altri eventi si verificheranno prima che venga introdotto il trionfo di Mio Figlio, che nella Sua gloria verrà in mezzo a voi, poi tutto il male scomparirà. Pregate, pregate, pregate per il Mio figlio Benedetto XVI"

pongo l'accento sulla terminologia usata: "al suo posto", ovvero al posto in cui dovrebbe essere lui (Benedetto XVI) e non un altro, quindi con lui ancora vivo.

e poi ancora, nel marzo del 2010:

San Michele Arcangelo: "Il vostro Vicario è circondato da traditori, i quali hanno scelto il suo successore. Grandi sono le sofferenze per il Papa. Pregate molto affinché il Papa Benedetto XVI non sia tolto. Guai al mondo! Sarà ri-crocifisso il Corpo mistico di Cristo"

nell'aprile 2010 questo messaggio inquietante:

Giuseppe Auricchia: "A queste parole la Santa Vergine mi mostra la piazza e la basilica di S. Pietro e poi una stanza dove il santo Padre Benedetto XVI accasciato, era seduto su una poltrona. Egli sembra molto malato e preoccupato, mentre due prelati, vestiti di porpora rossa con i cappelli rotondi in testa, dopo essere entrati, portano un documento e cercano dì farlo firmare al Papa. Quel documento il Papa non lo firma. La Vergine Santa mi spiega:"


Madonna: "Vi sono molti traditori nella città santa che prevalgono molto sul santo Padre, che circondato da nemici, è sottoposto ad una grande prova. Quelli di cui può fidarsi possono essere contati sulla punta delle dita di una sola mano. E' strano vedere la vostra casa caduta nelle mani di satana, la casa è la Chiesa"

Siamo di fronte ad una profezia incredibile, con ben tre anni di anticipo dalle dimissioni di Papa Benedetto XVI.

e nell'aprile 2010:

Madonna: "Se distruggete il Vicario di Cristo, Benedetto XVI, distruggerete voi stessi, perché Mi costringerete ad inviare più Presto la Sfera della Redenzione"

l'Evento Celeste di cui si parla in tante altre profezie?

il 5 agosto 2010:

Madonna: "La bilancia pende fortemente a sinistra nella città santa di Roma. Si elabora già un piano per distruggere il nostro amatissimo Vicario l’uomo dei neri segreti, attende il momento di salire sulla cattedra di Pietro. Molti legioni di demoni sono scatenati sul mondo e cercano di far perire la capitale. Siccome per l'umanità il regno dell'uomo è il peccato, la fede vacilla e le candele si spengono. Mio Figlio troverà ancora un piccolo barlume di fede quando tornerà sulla terra? Vi sono oggi molti problemi, che riguardano la Casa di Mio Figlio. Non vi è che una sola vera fondazione ed è la Casa di Mio Figlio, con Pietro come primo capo ed è oggi rappresentato dal vostro Pontefice Benedetto XVI"



e ancora altri messaggi fino all'ultimo riguardante il Papa del 25 marzo 2012:


Avola, 8 Dicembre 2010    Signore Gesù: "Caro figlio, vogliono unificare tutti, critici e non critici, convertendoli alla vera fede della Mia dottrina, la quale risiede solo nella Chiesada Me fondata, sotto il pastorale del Mio Vicario. Si deve realizzare infatti, per la fine dei tempi un solo ovile e un solo pastore"

Avola, 11 Febbraio 2012   Madonna: "Figlio Mio, è urgente il Mio richiamo per tutti i popoli del mondo, ma soprattutto per i Miei sacerdoti, vescovi e cardinali. Vi prego, rimanete fedeli alla vostra consacrazione. State tutti vicini al Mio Vicario perché gli uomini di questo mondo lo vogliono eliminare. Pregate, popolo Mio, fate atti di adorazione, riparazione, perché non avvenga la sua morte. La gente dice che sarà presto. Io, la Beata Vergine Maria, lo proteggerò da ogni male perché nessuno sa cosa accadrà dopo la sua morte. Tutte le profezie potentissime che ancora non sono state svelate, non lo saranno"

Avola, 26 Febbraio 2012    Madonna: "Cari figli, al Mio messaggero gli è permesso di dire queste parole dopo aver ricevuto un messaggio segreto che pubblicherà il 25 Marzo. Gli uomini che governano si sentono sapienti, non riconoscono che sono guidati da satana. Tra di loro esiste un gruppo di pianificatori che vuole costruire una repubblica universale. Il loro piano è quello di eliminare la vera Chiesa di Dio. Essi la otterrebbero celermente se il Seggio di Pietro fosse abbandonato, ecco perché vi annunciano la morte del Papa, ma sappiate che essi non sanno più studiare all'interno di se stessi come salvarsi. L'umanità si trova coi piedi sul banco degli imputati e aspetta la sua sentenza davanti il Tribunale di Dio"

Avola, 25 Marzo 2012    Signore Gesù: "Figlio Mio, è tempo che sia rivelato a Roma il capovolgimento politico che vivete e la lotta interna degli uomini, ma più importante è stata una cospirazione dell'errore e dell'inganno, che satana e i principi delle tenebre ordineranno un giorno per distruggere la Mia Casa, per stabilire un'unione sotto un governo mondiale unico, una sola chiesa di Dio che sarà senza Dio. Vorranno togliere di mezzo il Mio Vicario per farsi comandare da chi odia il Figlio di Dio".

A questo link trovate tutte le profezie di Auricchia riguardanti il Papa e da cui ho tratto quanto riportato sopra.

Gli unici commenti che mi sento di fare sono una straordinaria "coincidenza" tra queste profezie e quelle che poi sono state le dimissioni del Papa nel febbraio del 2013.

nella prossima parte analizzeremo altre fonti che concordano con quanto detto.