mercoledì 23 novembre 2011

LE PROFEZIE DI ALOIS IRLMAIER - Prima Parte



Le profezie di Irlmaier sono incredibili per la loro chiarezza (rispetto al linguaggio molto più criptico generalmente presente nei vaticini) e per la loro concordanza a quella che ho definito la timeline delle profezie (ovvero la storia ricavata da tutte le profezie prese in esame).
Ritroveremo tantissimi “Eventi Chiave” già esaminati in questo blog.
Prima di iniziare specifico che in rete ho trovato una traduzione dall’inglese delle profezie e l’ho ritenuta pessima, per cui ho ritradotto il tutto (sempre dalla versione in inglese). Direi che il risultato è piuttosto fedele, se trovate imprecisioni, fatemi sapere…
Ma cominciamo con una piccola biografia:
Alois Irlmaier (1894-1959), nacque in Bavaria e fin dalla più tenera età mostrò segni di doti paranormali, tra le quali quella di trovare acqua nel sottosuolo.
Dopo la Prima Guerra Mondiale cominciò a ricevere dei riconoscimenti per le sue doti percettive e divenne famoso come rabdomante e chiaroveggente.
Da fonti trovate nella sua biografia su Wikipedia in lingua tedesca, sembra che durante la Seconda Guerra Mondiale abbia partecipato ad alcune operazioni con indagini su persone scomparse e su diversi crimini.
Nel 1947 venne accusato dal Tribunale Distrettuale di “esercizio abusivo della pratica di chiaroveggenza”, ma venne poi assolto a causa di dimostrazioni che attestavano la veridicità delle sue affermazioni.
Pare che abbia previsto anche la propria morte (ma questo nella biografia di un chiaroveggente è quasi un cliché…)
Queste, in linea di massima, le informazioni che ho trovato su questo veggente.
Adesso passiamo alle cose interessanti:
Irlmaier vede un periodo di pace poi lo scoppiare di una grande guerra in Medio Oriente:

 “…Una nuova guerra in Medio Oriente scoppia improvvisamente, le grandi forze navali si affacciano ostili nel Mediterraneo - la situazione è tesa. Ma la scintilla effettiva è accesa nei Balcani…”

Se non lo avete ancora fatto, potete trovare tutte le profezie relative a questa guerra cercando in questo blog con la chiave\etichetta “Guerra” o “Medio Oriente”:

“… vedo "qualcuno di grosso" cadere, un pugnale insanguinato giace accanto a lui - quindi l'impatto (di cui parlo, N.d.r.) è al momento della caduta a terra. ..."
"Due uomini uccidono un terzo di alto livello. Sono stati pagati da altra gente. ..."
"Si è verificato il terzo assassinio. Di conseguenza comincia la guerra..."

La visione dell’inizio della guerra a seguito di un omicidio è presente anche nelle profezie della Madonna di Anguera:
Quando il leader di una grande nazione subirà un attentato. Il pericolo di una III guerra sta divenendo reale
… e nelle profezie di Papa Giovanni XXIII:
Grande lampo a Oriente (Atomica? N.d.r.). Non ne udrete il tuono, anch'esso sarà improvviso.
Questo accadrà quando a Oriente sarà morto un capo e a Occidente sarà ucciso un capo.

Prosegue il veggente:
"Un assassino è un piccolo uomo nero, l'altro un poco più alto, con capelli dal colore chiaro…”
 “Penso, sarà nei Balcani, ma non posso dirlo esattamente. ..."

Di nuovo cita i Balcani, ma non è sicuro. La guerra scoppia in Medio Oriente, ma secondo il profeta la diatriba nasce per qualcosa nei Balcani.
"L'anno prima della guerra sarà un anno fruttuoso con molta frutta e grano.”
Questa appare un’incongruenza rispetto ad altre profezie che evidenziano la crisi economica e la confusione politica e sociale prima del conflitto.
Una spiegazione potrebbe essere un semplice riferimento del profeta al reale raccolto della terra che, grazie ai nostri mezzi di produzione, è sempre copioso soprattutto rispetto all’epoca in cui queste profezie nascono (c’è da sfamare anche molta più gente…). Per cui una visione di tali raccolti potrebbe aver fatto dire al profeta quella frase.
Ad esempio, in una profezia di Rasputin leggiamo di scarsità e abbondanza nella stessa frase… leggendo però, tutto appare chiaro…
Il cibo, in questo tempo, sarà sempre più scarso, perché tutto sarà un veleno. I granai saranno pieni, le fontane daranno acqua fresca, le piante daranno frutti; ma chi mangerà quel grano e chi berrà quell’acqua, morirà;
Il profeta si riferisce all’avvelenamento del cibo causato da tutte quelle sostanze di quest’epoca moderna che ben conosciamo e che a volte creano dei “casi” che vanno a finire nelle prime pagine dei giornali.
Proseguiamo con l’analisi:
“Dopo l'assassinio del terzo uomo avvenuto di notte. ... Vedo abbastanza chiaramente tre numeri, due otto e un nove. Ma non so quello che vuol dire e non posso determinare un tempo. La guerra inizia all'alba. Lui (è riferito ad una persona, forse un capo di stato. N.d.r.) arriva rapidamente.
“I coltivatori sono seduti nei pub con le carte da gioco, quando soldati stranieri guardano attraverso le finestre e le porte. Scuro un esercito arriva dall'est, ma tutto si verifica molto rapidamente. Io vedo un tre, ma non so se vuole dire tre giorni o tre settimane. Viene dalla città d'oro. All'inizio s'insinuano dal mare aperto nel nordovest fino ai confini con la Svizzera. Fino a Ratisbona non esistono più ponti per attraversare il Danubio, loro non vengono da sud del mare.
La Città d’Oro: si riferisce per caso a Praga, capitale della Repubblica Ceca?
La Città d’Oro è nominata anche nelle profezie di Papa Giovanni XXIII.
Ecco il passo dalle profezie di Papa Giovanni XXIII:

Alessandria è la terra del Concilio del mondo e qui si abbraccia chi crede nell'uomo. Cristo è uomo perché Dio. Ci si prepara alla grande lotta dello spirito contro chi lo nega. Tu, Marcus, nulla potrai da lontano e non saprai dividere, il tuo coltello è sottile, ma troppo affilato. La luce dell'incontro di pace riverbera, lo riconosce, lo spezza.
Israel che trovi in questi giorni nuova terra attorno alla città dai tetti d'oro. È tempo di lavare il sangue dei tuoi figli. Israel accorre alla città e la salva. Finalmente la stella ha sei punte. L'uomo solo sulle rive della Newa (su wiki cercate Neva, un fiume russo. N.d.r.) parla al mondo e si uccide. Dio avrà pietà di lui, che lo creò per quel momento. Queste parole saranno raccolte, saranno rosario.
E altri vicino alla Newa uccideranno. Oggi dal fiume finalmente illeso esce il corpo mai ritrovato del monaco santo. E i suoi figli segreti pregando nell'arca si conteranno. Guarderanno alla città dai tetti d'oro e il loro profeta morto nella Newa, l'ultima parola sulle labbra, sarà ascoltato ovunque rossa si è fatta la bandiera.

Da questo passo delle profezie di Papa Giovanni XXIII si evince questo:
Siamo negli Ultimi Tempi, c’è la lotta tra chi afferma la spirito e chi lo nega.
La Città d’Oro è invasa (dai Russi? N.d.r.). Israele (che fa parte della coalizione occidentale) interviene e la salva.
Viene ritrovato il corpo di Rasputin, o forse è una metafora… viene ritrovato il suo Vero insegnamento esoterico e la sua figura viene ristabilita.
Il riferimento all’uomo che si uccide è un flash back su Rasputin? Dalla sua biografia ufficiale risulta essere stato ucciso.
Però le parole della profezia avrebbero un senso… cita la Neva, dove si dice che il suo corpo fu gettato e poi dice che fu creato per quel momento, per profetizzare sul futuro, e le sue parole saranno raccolte.
I figli dello Spirito, che comprendono gli insegnamenti del monaco russo, sono pochissimi e pregano nell’Arca (simbolo di rifugio durante il castigo divino).
La profezia termina con ovunque rossa si è fatta la bandiera.
I Russi dilagano ovunque…
Chiudiamo ora la parentesi con le Profezie di Papa Giovanni e riprenderemo, nella seconda parte, con le profezie di Alois Irlmaier.

12 commenti:

  1. se posso consigliarti, inserisci anche il testo della profezia in originale in modo che non salga il dubbio che l atraduzione non sia forzata verso una soluzione o l'altra.

    RispondiElimina
  2. p.s. sembra fare riferimento propio a questo la prima parte della profezia
    http://www.adnkronos.com/AKI/Italiano/Sicurezza/?id=3.0.2898414921
    navi russe a protezione della siria.

    RispondiElimina
  3. @Tianos

    Sicuramente! Inserirò il testo originale in fondo all'ultima parte, Tianos...
    Ad ogni modo io parlo proprio di strafalcioni, fatti con un traduttore automatico, secondo me: ad esempio, quando Irlmaier parla della visione dell'omicidio e dice "vedo qualcuno di grosso cadere, un pugnale insanguinato giace accanto a lui", riferito chiaramente al corpo ucciso, che cade, nella traduzione che gira maggiormente in rete sta scritto:
    "vedo un "grande uno" cadere, un pugnale...ecc.."
    si... insomma... robe del genere... :-))

    Grazie per l'articolo! Lo inserisco insieme ad altri nel post che segue sui Segni dei Tempi!

    RispondiElimina
  4. importantissimo mblux , l'ultimo messaggio mariano postato O_O sembra che sia arrivato il tempo dell'assunzione.

    23 novembre 2011: "Questo è il "tempo senza tempo", il tempo atteso e previsto da tutti i miei messaggeri del passato… A causa del cattivo uso della libertà, l'uomo con la sua volontà umana, ha creato dei mostri: armamenti, energia atomica, tecnologia utilizzata per il male, e quindi inquinamento, malattie... con i quali tutta l'umanità sarà flagellata, e il mio popolo lo ignora… Il mio calice è stato versato, la mia mano, il mio braccio, non hanno resistito più. Il mio Amore mi ha obbligato a salvare il mio popolo, perché non si perda più nessuna anima. Chi ha orecchi per intendere intenda… Le mie legioni angeliche accompagneranno il mio popolo. I miei fedeli e gli innocenti saranno salvati e portati in un luogo di pace..."
    (leggi i messaggi precedenti)



    La signora Luz Maria Bonilla è latino-americana, sposata con figli, da oltre 18 anni riceve messaggi da Nostro Signore Gesù e dalla Beata Madre Maria, dando insegnamenti, profezie e avvisi di eventi drammatici per l'umanità, molti dei quali si sono realizzati esattamente; ha un gruppo di sacerdoti che l'accompagna, rimane nascosta per ordine di Gesù fino a quando non potrà rendere pubblica la sua identità, ma per la rapidità di molti eventi, i messaggi vengono resi noti all'umanità per disposizione del Signore.

    RispondiElimina
  5. Si, decisamente il tono dei messaggi sa fa via via più pressante e sembra in perfetto concerto con avvenimenti e Segni che stanno avvenendo in ambito geopolitico, economico e climatico.
    Interessante anche questo messaggio del 18 settembre, sempre della stessa veggente...

    18 settembre 2011: "... Una grande calamità avverrà in tutto il mondo, così grande non fu mai vista. Una grande esplosione nucleare contaminerà le acque e danneggerà uomo. L'uomo ha creato con le sue mani la propria distruzione.
    Dall'alto scenderà fuoco, fuoco del peccato stesso. Fuoco fisico e spirituale: questo farà sì che l'uomo si veda dentro, anche senza volerlo. Sono ad un passo. Vengo a vincere il male. Vengo per l'Anticristo e il falso profeta. Il mio Sacramento Eucaristico sarà bandito dall'Anticristo. Non cadrete, io sono con il mio popolo..."

    RispondiElimina
  6. Tianos, ti segnalo anche Medjugorje:

    17 novembre 2011: (Vienna, cattedrale di S. Stefano) "Cari figli, oggi vi invito alla preghiera. In modo speciale perché Satana vuole la guerra..."

    RispondiElimina
  7. ciao mb...direi che siamo al principio della visione di irlmaier se ora accadrà qualcosa nei balcani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eeeh Tianos, stiamo a vedere. Certamente pare davvero che la direzione che il mondo sta prendendo sia quella di queste visioni, mentre sul "quando" ci troviamo è ancora tutto da stabilire. Tutto quello che sta accadendo, compreso questa seria questione recente avvenuta tra Russia e Turchia, potrebbero essere i prodromi di questa guerra vista dai profeti di ogni tempo, ma non sappiamo quando avverrà, magari la questione nei Balcani è ancora molto in là da venire, o non è nemmeno detto che una tale precisione geografica della profezia sia corretta. Ad ogni modo il tempo, come sempre, ci schiarirà le idee.

      Elimina
  8. Ovvimente spero anch'io che si risolva in un nulla di fatto(sopratutto per gli interessi economici che hanno i due paesi). certamente è interessante che un atto plateale di guerra non abbia per ora creato alcun cambiamento nel quadro geopolitico.
    Del resto la situazione ha letteralmente messo in trappola la russia...stavo pensando che forse l'unica carta che rimane a putin politicamente (per non essere accusato di viltà dal suo popolo, ricordo che parte dei partiti politici in russia è ancora più belligerante di Putin) sia l'assassinio politico...potrebbe essere Erdogan il potente dell'est che morira (non verra assassinato forse per indicare che non rimarranno prove)?. Certo che di questi tempi fare anche congetture strampalate come le mie , non paiono neanche tanto assurde.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo Tianos. Credo che le relazioni tra gli stati che a noi ufficialmente vengono propinate attraverso la stampa nazionale siano una sorta di teatrino che cela le reali relazioni attualmente in corso, che non sono altro che una strenua lotta per accaparrarsi risorse e potere nelle zone interessate. Qui il fulcro della questione è che la Russia vuole mantenere Assad al potere, mentre gli USA non lo vogliono. Sono state architettate le peggiori bassezze per lottare senza dar modo alle masse di far capire che c'è già una guerra in corso tra Occidente ed Oriente, ma è chiaro che la situazione non può rimanere sottocoperta ancora per molto. La Siria poi non è l'unico teatro di guerra in corso in cui i poteri forti sono coinvolti.
      E' per questo che "congetture strampalate" non sembrano così strane in tempi come questi.

      Elimina
  9. “…Una nuova guerra in Medio Oriente scoppia improvvisamente, le grandi forze navali si affacciano ostili nel Mediterraneo - la situazione è tesa. Ma la scintilla effettiva è accesa nei Balcani…”

    La Russia sta ammassando navi nel Mediterraneo proprio in questo momento e penso che prima delle elezioni avremo qualche brutta sorpresa in Siria

    RispondiElimina
  10. @Jan mi è arrivata una mail con un commento firmato "Jan" che poi, per un qualche motivo non è stato riportato sul sito. Non c'è alcuna moderazione per cui non capisco cosa sia successo.
    Ad ogni modo il tuo commento è giunto via mail alla mia casella per cui lo riposto io in tua vece.

    ---
    Ottimo articolo ma in alcuni punti è sbagliato. Io abito a Praga - la città d'oro - e penso di aver compreso le parole di Giovanni XXII: il Santo che esce dall'acqua è il Santo ucciso dal ponte Carlo....San Giovanni Nepomuceno. Quando parla di Marcus si parla di un uomo che viene dalla terra di Venezia a Praga, in un certo senso è collegato agli ebrei del Ghetto di Praga e alla città. Esistono molte leggende che riguardano il ritorno dell'Impero cristiano. Lo spirito di Rodolfo II è ancora in attesa di rinascere... saluti da Jan
    ---

    Grazie mille per la precisazione, dà una nuova interpretazione a quei versi. :-)

    RispondiElimina