domenica 17 luglio 2016

IL DESTINO DELL'INGHILTERRA NELLE PROFEZIE


L'immagine di apertura è un altro dei famosi disegni profetici di Benjamin Solari Parravicini.
Riguarda il destino dell'Inghilterra ed è stata creata nel 1938.
Se non conoscete questo famoso personaggio, che fu uno sculture, ma anche uno dei più sorprendenti produttori di psicografie profetiche, andate ad approfondirlo in questo articolo a lui dedicato, presente in questo blog.
Prima di vedere nello specifico i vaticini di Parravicini, faccio un breve preambolo riallacciandomi, come al solito, ad altre profezie collegate presumibilmente all'evento profetizzato nell'immagine.



  • Alois Irlmaier, come sappiamo, ci dà una descrizione molto dettagliata di uno scenario del terzo conflitto mondiale. Ad un certo punto, la coalizione orientale, fa uso di un ordigno che, lanciato per via aerea, scatena un enorme tsunami che inonda l'Inghilterra facendo finire l'intera parte meridionale sotto il livello delle acque (trovate le sue profezie qui).


Ecco il passo di Irlmaier a cui mi riferisco:


“... Ma poi vedo qualcuno volare, venendo dall'est, che lascia cadere qualcosa in mare, e accade qualcosa di strano. L'acqua si solleva in alto come una torre e ricade e tutto è sommerso.
C'è un terremoto e la metà della grande isola affonderà. (Inghilterra, n.d.r.)
(Una specie di tsunami indotto artificialmente, n.d.r.).
“L'intera azione non durerà a lungo, io vedo tre linee - tre giorni, tre settimane, tre mesi, non so esattamente, ma non durerà a lungo!
Un singolo aeroplano, che viene dall'est, getta qualcosa in mare.
Quindi l'acqua si solleva in alto come una torre e ricade.
Tutto è inondato. C'è un terremoto. La parte meridionale dell'Inghilterra scivola nell'acqua.
Tre grandi città saranno in rovina: una sarà distrutta dall'acqua, la seconda è affondata così tanto che potete vedere solo la torre della chiesa e la terza è completamente sommersa.
Una parte dell'Inghilterra scompare quando il pilota lascia cadere quella cosa nel mare. Quindi l'acqua si solleva in alto come una torre e cade. Cosa sia questa cosa, non lo so.
I paesi vicino al mare sono pesantemente in pericolo, il mare è molto inquieto, le onde diventano alte come una casa; spumeggia come se fosse bollito dal sottosuolo. Le isole scompaiono e il clima cambia.

Una parte dell'isola orgogliosa (Inghilterra, n.d.r.) affonda quando il pilota lascia cadere quella cosa nel mare. Quindi l'acqua si solleva in alto come una torre e cade. Cos’è questa cosa non lo so. Quando arriverà, non lo so."



  • Vediamo adesso la profezia di Nicolaas Pieter Johannes “Siener” van Rensburg (30 Agosto 1862 – 11 marzo 1926).

Il veggente vede una terza guerra mondiale che sarà preceduta da una banca rotta finanziaria.

“L’ America e l’Inghilterra saranno in bancarotta e piene di debiti.”
L’Inghilterra sarà colpita da sette piaghe quando la Terza Guerra Mondiale sarà alle porte. Sarà totalmente annientata, la loro terra brucerà sotto l’invasione Russa che invaderà tutta l’Europa passando attraverso la Turchia e userà armi terribili.”

Secondo il veggente, a seguito di questo tremendo colpo che l'Inghilterra subirà dalla coalizione orientale, questa passerà al nemico (i poteri interni cambieranno, un po' come avvenne in Italia verso la fine della Seconda guerra mondiale)

“I Russi raggiungeranno il confine con la Spagna travolgendo le truppe francesi di passaggio.”

L’Inghilterra tradirà il patto fatto con gli Stati Uniti e inizierà a lavorare con i Russi.

Notiamo anche che nella visione di Rensburg, la Russia passa attraverso la Turchia, che proprio in questi giorni è stata vittima di un tentato colpo di stato. Non è improbabile che dietro a questi passaggi (o tentati passaggi) di potere ci siano superpotenze con interessi di predominio geopolitico che attraverso l'intelligence fomentano rivolte e ribaltano governi sulla base dei loro interessi.



  • Anche Nostradamus vide l'"isola orgogliosa" (cit. Irlmaier) affondare.

Nella centuria III-70 leggiamo:

La grande Bretagna compresa l'Inghilterra,
Verrà per acque così potenti a inondare
La Lega nuova d'ausonia farà guerra,
Che contro di lui si vedrà circondata.

Nostradamus vede l'Inghilterra affondare nel corso di una guerra. In questa guerra cita "la lega nuova d'Ausonia".
"Auson" era l’antico nome di una parte dell'Italia, il centro ed il sud, dato dai Greci nel V secolo a.C. Nel tempo ha assunto anche il significato di "Italia" nel suo complesso.
Secondo alcuni interpreti questo nome potrebbe anche indicare "indipendenza", in quanto gli Ausoni erano al di fuori del controllo della potenza greca.
L'Inghilterra affonda mentre la lega di Ausonia farà guerra: una coalizione di nazioni (il blocco orientale) che vuole rendersi "indipendente" dalla schiavitù finanziaria e politica dell'Anticristo? Solo un tentativo di interpretazione.



  • Adesso passiamo ad una profezia della letteratura celtica, attribuita a San Patrizio.

Tale profezia può essere fatta risalire ai documenti originali risalenti al VII secolo, le memorie senza titolo di Tirechan relative a San Patrizio, che si basano sul Libro di Ultan: una fonte ancora più antica e ormai perduta, scritta direttamente dal discepolo di San Patrizio.
L'intero testo del lavoro di Tirechan può essere consultato qui (lingua inglese).

La profezia si riferisce all'inondazione dell'Irlanda, ma proprio per la sua associazione con gli ultimi tempi è probabile immaginare che si riferisca alla stessa inondazione che colpirà l'Inghilterra.

"Queste sono le tre preghiere di Patrizio, come sono state consegnate a noi dagli Hiberniani,... " 

Hibernia è l'antico nome latino attribuito dai Romani all'Irlanda.

"...implorando che tutto riceveremo nel giorno del giudizio, se ci pentiamo, anche negli ultimi giorni della nostra vita.
Ch'egli non dovrebbe essere rinchiuso all'inferno. Che le nazioni barbare non dovrebbero mai avere il dominio su di noi. Che nessuno di noi,  gli 'Scots', sarà mai conquistato prima di sette anni precedenti il giorno del giudizio, perché sette anni prima della sentenza noi saremo distrutti nel mare, questa è la terza preghiera."

"Nessuna nazione barbara" conquisterà mai l'Irlanda, si è finora dimostrato vero in quanto è sempre e solo stata conquistata da nazioni cristiane. 
Dobbiamo anche notare che la parola "Scots" qui si riferisce al popolo irlandese, non agli scozzesi. Gli irlandesi sono stati denominati Scoti in latino, e l'Irlanda ha governato il nord della Gran Bretagna durante il Medioevo e a poco a poco quel termine è stato trasferito a quella zona.


  • Questa previsione dell'inondazione dell'Irlanda durante la battaglia di Armagheddon è spesso associata ad un'altra profezia attribuita a San Colmcille, che è anche conosciuto con il nome latino di San Colombano.

"Concederò loro un favore, senza eccezione,
lo stesso che concesse San Patrizio:
che sette anni prima dell'ultimo giorno,
il mare immergerà Erin (Irlanda n.d.r.) con un'inondazione."




  • A conclusione dell'articolo, vediamo ora le tre psicografie di Parravicini riferite presumibilmente a questo evento.

Come sapete, Parravicini associava ai suoi disegni delle frasi, anch'esse profetiche, ad esplicazione di ciò che aveva raffigurato.

"Cade il Leone dei mari. 
Il potere inglese sarà toccato nelle sue corde più intime. 
Il comunista li raggiunge." (psicografia del 1938).



"Londra! L'isola affonda." (psicografia del 1940).



"Cadrà con l'oro maledetto." (psicografia del 1940).



Queste tre psicografie sono state associate tra loro ed in effetti sembrano proprio parlare dello stesso evento, una a completamento dell'altra.
Nella prima, si dice che "il potere inglese" verrà messo a dura prova. 
Il "leone dei mari", l'Inghilterra, (il leone è nello stemma reale di questa nazione) verrà raggiunto dal comunista.
Altre volte ho spiegato come il profeta indichi a volte nazioni sulla base della sua cultura e delle sue nozioni al tempo in cui la profezia viene formulata.
Lo abbiamo visto anche con altri profeti nelle visioni riferite alla terza guerra mondiale, in questa serie di articoli presenti nel blog.
Nel 1938, quando Parravicini scrisse questa psicografia, il "comunista" era la Russia.
La seconda psicografia non ha bisogno di grosse interpretazioni, anche se, sulla base del disegno, si potrebbe fare un'analisi più approfondita.
Parravicini vede l'Inghilterra affondare sotto le acque del mare e, se associamo questo vaticinio al precedente, l'evento dovrebbe accadere durante l'attacco russo, in perfetta linea con tutte le altre profezie.
Nella terza psicografia si può vedere la bandiera inglese disegnata all'interno della figura principale e viene detto che la nazione cadrà insieme all' "oro maledetto".
La stessa frase, "oro maledetto cadrà\crollerà", Parravicini la usa in un'altra psicografia per profetizzare la Grande Crisi che ci ha colpito in questi nostri giorni anche se, probabilmente, il vero crack finanziario che intende nella profezia e che viene descritto anche da numerosi altri profeti, ancora non lo abbiamo visto.

"L’ORO maledetto morrà oro maledetto oro crollerai.
L’ORO CROLLERA’ ORO.
ORO ORO MALVAGIO.
 ( senza data)"




Con questo termina il presente articolo.
I riferimenti profetici all'inondazione dell'Inghilterra durante il terzo conflitto mondiale sono numerosi.
La visione di Irlmaier viene quindi corroborata da altre fonti profetiche.

11 commenti:

  1. Bellissimo articolo, bravo.
    Nel 2017 ricorre l'anniversario della profezia fatimita. Si parla poi, per l'anno prossimo, di una nuova crisi economica, che peraltro è preceduta da tutti questi casini estivi che rimettono in pista la Turchia. Che secondo un monaco atonita, ritenuto profeta, sarebbe un giorno stata invasa dai russi... se Erdogan si mette a litigare con gli USA, c'è da pensare che potrebbero fare un golpe efficace contro di lui... a quel punto forse i russi si sentirebbero spinti a intervenire in favore del loro ritrovato (?) amico.
    Scenari, ma...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. una veggente tedesca vivente ha parlato di una guerra civile in turchia a seguito di un grave attentato terroristico con tremila morti e dell'intervento russo per ristabilire l'ordine

      Elimina
    2. Anche Vilna Gaon, un rabbino del 1700 profetizzo':

      "Quando sentirai che la Russia ha conquistato la città di Crimea, sappi che il tempo del Messia è iniziato, che questi passi sono stati ascoltati. E quando sentirai che i russi hanno raggiunto la città di Costantinopoli (l'attuale Istanbul), dovrai indossare i vestiti del Shabbath e non toglierteli più, perchè significa che il Messia sta per arrivare da un momento all’altro."

      Anche lui, dice, sostanzialmente, la stessa cosa. Teniamo anche conto che la Turchia è pericolosamente vicina alla penisola balcanica nella quale Irlmaier vede un avvenimento che scatenerà il terzo conflitto mondiale.

      Elimina
  2. Grazie mille Howling Mad Murdock.
    Fatima è certamente un evento estremamente rilevante nell'ambito delle profezie e, forti anche di diversi riferimenti ai "cento anni" presenti in altri vaticini, c'è in effetti una certa aspettativa per l'occasione del centenario delle Apparizioni di Fatima. Gli eventi intorno a noi poi non lasciano certo ben sperare e pare proprio di essere a qualche "step" di distanza dagli avvenimenti descritti nelle profezie. Vedremo come proseguirà la questione Turca. Se gli USA agiranno come da prassi c'è da pensare che la cosa non finirà qui, ma è anche vero che ultimamente la Russia mostra i muscoli molto più spesso. Lo abbiamo visto molto bene in Siria e in Ucrania.

    RispondiElimina
  3. Sto leggendo da tempo innumerevole, un libro... un ebook, anzi... che per tema, fondamentalmente, ha l'idea che gli alieni siano entità parafisiche, e non meri visitatori da altre galassie o pianeti. Si intitola "apocalisse aliena", in quanto è incentrato quasi completamente sull'analisi delle profezie, delle apparizioni - anche mariane -, delle testimonianze dei presunti addotti/rapiti, e dalle canalizzazioni medianiche che, per l'appunto, vengono fatte risalire a inganni, o dialettiche, di e tra queste entità, e non alla manifestazioni di esseri divini come li intende la religione.

    Secondo Kindle sono al 25% della lettura, per cui non è che lo consiglio o non lo consiglio... ma v'è tutto un tentativo di teoria scientifica di come potrebbe avvenire la "scienza" delle apparizioni, che secondo me è molto convincente e interessante.
    Si articola intorno a una serie di analisi scientifiche, con tanto di grafici e illustrazioni, sicché diviene difficile riportarla.

    Cito questa pubblicazione perché mi ha colpito l'idea, contenuta nel messaggio di Renzo, che la realtà di quello che deve capitare possa essere già stata contenuta nel tutto dello spazio tempo. In questo libro vengono applicate alcune scoperte della fisica quantistica al tentativo di comprendere questi concetti. Per capire dove possibilità, probabilità, libero arbitrio e determinismo, si incrociano in relazione al tempo e all'eventualità di predirlo.

    Qui, sin dove consente la lettura, Google Books offre un bel po' di pagine tratte da quel capitolo, compresi i grafici:

    https://books.google.it/books?id=MPWVBQAAQBAJ&pg=PA166&lpg=PA166&dq=apocalisse+aliena+tempo+profezie+spirale&source=bl&ots=xUvVUbEL5p&sig=ZMa62m3-p9eTDtzyoTzo2LLDGNY&hl=en&sa=X&ved=0ahUKEwi62sbmhv3NAhVKbxQKHQHoCCQQ6AEIJTAB#v=onepage&q=apocalisse%20aliena%20tempo%20profezie%20spirale&f=false

    RispondiElimina
    Risposte
    1. òHowling Mad Murdock18 luglio 2016 05:52
      Sto leggendo da tempo innumerevole, un libro.....Si intitola "apocalisse aliena"

      L'autore del libro é un italiano, da qualche anno migrato in Canada, Nova Scotia per la precisione, che gestisce un suo blog che si trova all'indirizzo: DIARIO DI UN VOLATILE ETNOLOGO
      sottotitolato:
      In questo blog mi occupo di Teoria dell'Informazione e dei Sistemi applicate allo studio delle tecniche di (dis)informazione.

      Ne condivisi da subito la sua pessimistica visione del destino della economia e quindi civiltà occidentale, perchè per il sottoscritto ciò che stiamo vivendo non é una crisi economica ma il collasso di un modello economico, cioé il collasso di una civiltà.
      Oggi non escludo, anche grazie agli studi di Mauro Biglino e pochi altri come lui, che possa avere ragione anche sulla non lontana apparizione/rivelazione (= apocalisse) aliena.

      Elimina
    2. Seguo da diverso tempo Biglino e l'ho trovato fin da subito illuminante. La distinzione tra il Dio spirituale e trascendente, per chi vuol crederci, e "quelli là", crea un costrutto coerente che spiega un'infinità di anomalie sia nel nostro passato, che nel nostro presente.
      Non avendo letto il libro di cui parlate, non ho idea se l'"apocalisse aliena" sia vista in chiave positiva o negativa. Certamente qualsiasi cosa scardini la tremenda morsa che questo perverso gioco della finanza ha creato attorno alle nostre vite, può essere vista in chiave liberatoria, ma a quale prezzo?
      Peraltro, pare che non siamo così lontani dall'esplosione dell'ultima e più devastante bolla speculativa globale che l'uomo abbia mai visto nella sua storia. Pare che il tempo di realizzazione degli eventi che porteranno a questa "rivelazione" non sia così lontano.

      Elimina
  4. La teoria del tempo del Corvide per spiegare i profeti e le profezie è molto attraente.
    Solo non prende in considerazione il fatto che se ha ragione, un attrattore molto potente può influenzare anche il futuro. Dunque un avvenimento tipo-Atlantide potrebbe essere captato nel futuro di Atlantide e scambiato per il futuro da un incolpevole profeta...
    Ora il Corvide non mi sembra prendere in considerazione questa possibilità.
    Ciao Ymen

    RispondiElimina
  5. Parravicini specifica che i terroristi attaccheranno New York due volte e poichè nel secondo attacco la statua della libertà crollerà come nella visione mostrata dalla Madonna di Zaro, il pittore ha disegnato la statua della libertà divisa in due torri gemelle unificando così i due eventi. Sarà perciò il secondo attacco a dare il colpo di grazia all'economia mondiale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessantissima interpretazione, Aldo, grazie mille per il contributo.

      Elimina
    2. Ho trovato le profezie di Sant-Hilarion da Gaza o Hilarion il Grande, nato a Tabitha, in Palestina nel 291, e morto nel 371 a Cipro.

      Mi prometto di tradurla tutta, ma siccome sei sull'Inghilterra, ti estraggo questo pezzo:

      Il grande Impero nel mare sarà abitato da gente di origini e radici differenti, sarà devastato da terremoti, tempeste ed inondazioni.

      Questo Impero soffrirà molto dei malori del mare.

      Esso sarà diviso in 2 isole ed una parte sarà sommersa.

      Uno dei suoi possedimenti lontani ad Est sarà perso a causa di una tigre ed un leone".

      Cose che si sanno già, ma forse gli altri hanno copiato da lui...

      Elimina