domenica 9 ottobre 2016

PROFEZIE SUL PAPATO DEGLI ULTIMI TEMPI - Prima Parte


Riprendiamo un discorso che avevamo sospeso nel lontano 2011, con l'articolo in due parti "ANALISI DI PROFEZIE SULL'ULTIMO PAPA".

All'epoca molti avvenimenti non erano ancora accaduti, in primis, le dimissioni di Benedetto XVI ed il suo prosieguo del cammino pastorale in qualità di papa emerito a fianco dell'attuale papa, Francesco.
Nell'articolo spiegai come i papi sono stati spesso usati nelle profezie come una clessidra finalizzata a dare un riferimento temporale all'ascoltatore rispetto alla fine dei tempi, ovvero quel periodo che anticiperà il rinnovamento spirituale di tutta la Terra, dando inizio ad una nuova civiltà dell'oro.
Le profezie che hanno coinvolto i papi sono state ovviamente formulate, per la maggior parte, da fonti cattoliche o più generalmente cristiane, ma non solo da questo tipo di fonti.

Lo scopo di questo articolo, sostanzialmente, è di fare il punto della situazione, cercando di rispondere a queste domande: 

1 - Le diverse profezie che riguardano i papi sono per lo più concordi sul delineare questa "clessidra papale"? Ne risulta un quadro coerente?

2 - Se riusciamo a trovare questo quadro coerente, a che punto ci troviamo oggi, sul finire del 2016, rispetto allo scadere del tempo indicato da tale clessidra?

Mi perdonino i lettori che conoscono già bene gli articoli che ho pubblicato, se in questa prima parte mi ripeterò spesso, ma è necessario per dare un quadro generale e trarre poi le conclusioni.
Ad ogni modo le riflessioni, anche a fronte di profezie già dette, sono sempre nuove perché i tempi in cui vengono fatte non sono gli stessi di allora.

Cominciamo dalla più nota profezia sui papi che ormai tutti conoscono.
Secondo la più comune interpretazione dell'elenco dei papi di San Malachia, Benedetto XVI è "De Gloria Olivae", l'ultimo papa con un motto, dopo il quale viene indicato un misterioso "Pietro il romano" che, invece di avere un motto, ha associata l'ormai notissima frase:

"Durante l'ultima persecuzione della Santa Romana Chiesa siederà Pietro il romano, che pascerà il suo gregge tra molte tribolazioni; quando queste saranno terminate, la città dai sette colli sarà distrutta, ed il temibile giudice giudicherà il suo popolo. E così sia.

In sostanza Malachia ci dice che Benedetto XVI è l'ultimo papa di una catena di papi dalle medesime caratteristiche, mentre dopo di lui salirà sul soglio di Pietro un papa, che, per un qualche motivo, che al momento noi ignoriamo, è diverso. Non necessariamente tale diversità è legata a lui, come persona, ma potrebbe essere anche legata ai tempi che dovrà affrontare.
Ignoriamo per il momento le varie critiche mosse dal fronte scettico su questa profezia e la possibilità che, invece di essere un vaticinio del 1139, sia un falso cinquecentesco: a noi è giunta così dal 1595, pubblicata per la prima volta dallo storico benedettino Arnoldo Wion.

Mettiamola per il momento da parte e andiamo a prendere la seconda profezia sui papi più famosa: la profezia dei tre papi di Garabandal.

Per chi non ne fosse al corrente, Garabandal è un famoso luogo di apparizioni mariane. 
La Santa Vergine pronunciò questa profezia a Conchita, la veggente: 

"Morto Papa Giovanni XXIII, mancavano solo tre Papi per la fine dei tempi".

Prima di fare il conto dei papi, riporto un estratto da "Le Apparizioni di Garabandal 1961-1965", a cura di P. Pablo Martín

"Quando nel paese si seppe la notizia della morte di Papa Giovanni XXIII, le piccole campane della chiesa annunciarono il decesso del Papa con un tono funebre. Conchita si recò in chiesa con sua madre Aniceta e con la Sig.ra Ortiz. Parlavano tra loro: – E’ morto il Papa, disse sua madre.

Rispose Conchita:  – Ah, il Papa è morto. Allora restano tre papi.

Fin qui, nulla di particolare. Tuttavia, ritornate a casa, Aniceta non si sentiva tranquilla e volle conoscere più profondamente i pensieri di sua figlia, che sembrava riservata in presenza della Sig.ra Ortiz. A casa, da sole, temendo un possibile sbaglio di sua figlia, la madre la interroga: – Da dove sai tu che soltanto restano tre papi?

Conchita risponde: – Dalla Santissima Vergine. In realtà mi disse che ancora sarebbero venuti quattro papi, ma Lei non teneva in conto uno di essi.

Dice Aniceta: – Ma allora, perché non tenere in conto uno?

Risponde Conchita: – Lei non lo ha detto, soltanto mi disse che uno non lo teneva in conto. Tuttavia mi disse che avrebbe governato la Chiesa per breve tempo.

Alla domanda: – Forse per questo non lo considera?

Conchita dice: – Non lo so."

Papa Giovanni Paolo I morì dopo 33 giorni dalla sua elezione al soglio di Pietro ed è, con ogni probabilità, il papa di cui la Madonna, al fine di mostrare alla veggente la sua clessidra con precisione, non teneva conto.
Non teneva conto, non certo per le sue qualità o altro, ma semplicemente perché, a causa della brevissima durata del suo pontificato, non sarebbe servito a nulla per indicare i tempi in cui viviamo oggi.  

Possiamo ora far di conto e vedere i papi indicati da Conchita, ovvero tre papi, saltando Giovanni Paolo I.

Paolo VI, Giovanni Paolo I (lo saltiamo), Giovanni Paolo II e Benedetto XVI.

Ancora una volta ci fermiamo a Benedetto XVI.

Pare, per il momento, che Ratzinger abbia tracciato temporalmente una linea che delimita due epoche ben definite, forse proprio la linea attraversata la quale ci affacciamo alla "fine dei tempi".

Nel 1900, divenne nota una profezia di un sensitivo, di nome Cassert, che recitava così:

"Quando salirà sul trono di Pietro un papa che porterà la "Z" nel nome, sarà giunto il momento di chiudersi in casa perché il temporale è vicino".

Dal 1900 ad oggi, soltanto due papi hanno avuto una "Z" nel nome: 

- Karol Jozef Wojtyla - Giovanni Paolo II.

- ed il suo successore Joseph Alois Ratzinger - Benedetto XVI.

Se pensiamo al fenomeno della visione profetica, possiamo immaginare il sensitivo che percepisce, nel lontano futuro, un suono associato al papa.
Se devo pensare ad un suono con la "Z" che identifica un papa, certamente penso al nome "Ratzinger", usato tantissime volte per identificare papa Benedetto XVI, non certo a "Jozef", praticamente mai usato per indicare Wojtyla, che veniva invece appellato con il nome di "Karol".

Nuovamente, quindi, ci fermiamo a papa Benedetto XVI, come preludio "al temporale".

Abbiamo visto negli articoli del 2011 (che trovate qui), come la quartina V, 92 di Nostradamus, delinei una mini storia papale, che, guarda caso, termina proprio con Benedetto XVI.
In nessun'altra quartina il veggente cita così tanti papi tutti assieme e la struttura di tale quartina non ha nessun'altra finalità se non quella di evidenziare, alla fine di questo percorso di papi, proprio l'ultimo della serie, ovvero Benedetto XVI.
Papa che "dei romani non sarà troppo conforme", probabile riferimento alle dimissioni, un atto decisamente straordinario.

Riporto la quartina per completezza, ma vi rimando all'articolo scritto nel 2011 per l'interpretazione:

Quartina V, 92
Dopo il seggio tenuto diciassette anni,
Cinque cambieranno in tal termine compiuto,
Poi del medesimo tempo uno sarà eletto,
Che dei romani non sarà troppo conforme.

Cominciamo ad accumulare profezie che ci dicono che Benedetto XVI era l'ultimo papa di un ciclo, terminato il quale iniziava qualcosa d'altro. Malachia ci indica grandi tribolazioni, ma al contempo tratta il successore di "De Gloria Olivae" in modo diverso dagli altri, dedicandogli un'intera frase invece che un semplice motto.

Ma chi è "Pietro il romano"? Malachia pare non lasciare spazio a dubbi dicendo "siederà" e "pascerà il suo gregge", per cui è da intendersi che sia anch'egli un papa: papa Francesco, appunto, successore di Benedetto XVI.

Abbiamo quindi varcato la soglia, le profezie fino a qua illustrate hanno assolto il loro compito di indicarci una linea di confine. Ora siamo con Pietro il romano aldilà del muro e pare, se queste interpretazioni sono corrette, che ci attenda un periodo piuttosto grave da attraversare: Malachia parla della distruzione di Roma, Cassert ci indica metaforicamente un temporale, la Madonna di Garabandal ci dice che ha inizio la fine dei tempi.

Nella prossima parte ci faremo accompagnare dalle profezie che questo muro, invece, lo hanno attraversato e vedremo, per quanto possibile, di scoprire cosa ci aspetta.

Continua nella seconda parte (link).

47 commenti:

  1. E' palese, almeno per il sottoscritto, che Ratzinger sia stato tra i papi recenti, diciamo dalla fine della WWII, quello che ha utilizzato da papa pur se con estrema prudenza (come Prefetto invece era tagliente e faceva bene), un linguaggio proprio di esseri umani.
    Per questo l'ho apprezzato e contestualmente provo fastidio (eufemismo) per il comportamento tenuto dai predecessori e di quello al momento in carica che più che maestri di vita mi son sembrati meri guardiani di porci che di umano hanno solo la figura esteriore.

    Quandi si parla di Giudizio si dovrebbe ricordare che questo implica il concetto di separazione che avviene naturalmente alla fine di un ciclo, cioè alla fine di una finestra temporale di opportunità.
    Chi l'ha sfruttata si é o sarà elevato. Agli altri porgiammole ns. condoglianze neppur minimamente sentite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luigi, scusa se te lo chiedo di nuovo, ma se mi dici di non stressarti con questa storia, non me la prenderò di certo, te l'assicuro.
      Nulla, io gradirei partecipare alle discussioni sul blog del Duca dei Tempi. Ho provato a postare qualche messaggio, mi viene inviata la notifica di avvenuta pubblicazione, ma poi non trovo né i miei messaggi, né tantomeno riesco a "visualizzare altri commenti" a causa del sistema di java script che, ho scoperto, non dà problemi solo a me.

      Non so: mi chiedevo se tu avessi modo di contattare in privato il gestore, oppure, dato che - mi par di capire - tu riesci abbastanza tranquillamente a pubblicare i tuoi interventi, se potevi gentilmente segnalare in pubblico che io e forse qualcun altro, nell'apprezzamento per il suo lavoro, vorremmo poter trovare ospitalità tra i postatori.
      Resta inteso che questo blog continuerà a rimanere il primo amore... :)

      Elimina
    2. @Howling Mad Murdock9 ottobre 2016 02:20

      Al momento in cui scrivo questo mio commento le pagine successive alla prima dei Commenti nel blog del Remox sono irraggiungibili. Il codice javascript collegato al 'punto di attivazione' titolato Carica altro pare sia assente.
      E' già successo in passato.

      Per quanto riguarda la tua richiesta di spezzare una lanciaa in tuo favore non ho difficoltà a farlo.
      Ci proverò ma conosci l'ambiente, é 'leggermente' talebano. O la pensi come loro oppure sei giudicato eretico.

      Elimina
    3. Scusa, forse mi sono espresso male. Io non intendevo spezzare una lancia in mio favore, o meglio: se te la sentissi perché no, ma naturalmente vorrei essere giudicato per quello che scrivo e nient'altro.
      E' solo che non vedendo comparire i miei commenti (è colpa del codice? Non sono gradito perché magari, nella piccola polemica a distanza che è venuta a instaurarsi, mi si associa a una sorta di difensore in trasferta?) mi chiedevo se qualcuno potesse chiedere lumi in mia vece, anche sul mal funzionamento del codice (cioè: se io fossi il gestore di un sito nel quale gli utenti hanno difficoltà a inserire commenti, cambierei sistema in men che non si dica, tanto suppongo che ci sia una funzione automatizzata legata a blogspot). Solo questo.

      Elimina
    4. @Howling Mad Murdock 9 ottobre 2016 07:39

      Scusami HMM ma ritiro la mia disponibilità
      Ho scoperto solo ora nel blog del Remox, nei commenti del post dove c'è scambio di opinioni tra MBlux e tal Vincenzo, questo commento al sottoscritto dedicato:

      Vincenzo3 ottobre 2016 04:07

      Aggiungo una cosa: tanto per dare a ciascuno il suo.Ho letto sopra"Uno dei miei lettori e partecipanti mi ha segnalato":ecco anche questo mi fa sorridere.Perche' se si tratta dello stesso lettore che ha segnalato quel blog in questo blog
      ( si si tratta proprio di me) , allora si tratta proprio di uno che in questo blog piu' di una volta ha ,se dovessi usare i vostri termini manierati e ipocriti, "insultato" la Chiesa Cattolica,e la Fede Cattolica,con vere parolacce,e secondo me ha dimostrato piu' volte notevole ignoranza e superficialita'.Quindi la prossima volta ,se vi pare,andate a fare le scenette da sciurette sul ballatoio di casa vostra.

      Diciamo che dal lettore Vicenzo 'Vescovo' del sito (non dal Papa che é un gentlemen) non sono molto apprezzato e non mi interessano le polemiche.
      Credevo fare cosa utile segnalare punti di vista complementari ma per alcuni qualunque minimo scarto dalla ortodossia (loro) é preso come un insulto.

      Elimina
    5. Ah, ok, pensavo fossi un commentatore abituale di là come di qua.

      La cosa ironica di internet, alla fine, è che c'è sempre qualcuno che sembra - o a qualcun altro pare - pazzo, o strano, o sospetto, o troll, e a sua volta si è ritenuti o pazzi, o strani, o sospetti, o troll, dall'utente di turno. Ci si potrebbe disegnare un qualche diagramma con le linee incrociate.

      Elimina
    6. Non dimentichiamo mai i limiti di questo "elettrodomestico"la tastiera trasmette un dieci per cento del linguaggio umano,..manca tutto il paraverbale,le emozioni,le espressioni facciali,i movimenti degli occhi,che spesso sono più chiari di molte frasi,le gestualità ,le risate ,le smorfie,gli ammiccamenti come affittare le ciglia ad esempio,i sorrisi a denti stretti ecc....ecco perché possono accadere equivoci , fraintendimenti,ambiguita,malintesi ecc...

      Elimina
    7. HMM, è un semplice problema con quei terribili script di java che caricano i blocchi successivi dei commenti, nessuno è stato bannato sul sito del Duca, tranquillo. Il problema è in lettura, non in scrittura, perchè i commenti continuano a venire pubblicati ed il numeratore del sito si incrementa, solo che non sono leggibili. Luigiza ti ha anche confermato che è un problema che è già capitato in passato.

      Per Luigiza: si, è vero che tu hai segnalato il mio articolo sul sito, ma non sei stato tu ad avvisarmi del post di Vincenzo, ma YMan, un altro partecipante di questo blog che segue anche il Duca dei Tempi e che mi ha inviato una mail in privato.
      Per cui io e te siamo stai accusati ingiustamente da Vincenzo di fare le "scenette da sciurette". :-D
      Facciamoci una risata e passiamo oltre... ciao! :-)

      Elimina
    8. non è corretto affermare che l ambiente è talebano. È un blog gestito da un cattolico con diversi frequentatori cattolici. La tua posizione, legittima ovviamente, è semplicemente basata su un paradigma incompatibile con quello cattolico. Sei eretico? il termine nel tuo caso è verosimilmente improprio poiché non sei un cristiano che professa eresie...sei proprio altro dal cristianesimo. Quindi quando porti avanti certe considerazioni risulta difficile per un cattolico dar credito a ragionamenti basati su un qualcosa che va contro il proprio credo! la questione veritatiba per noi cattolici è la base per un ragionamento ma per noi la verità non è relativa!

      trovo la comunità nata intorno a remox interessante, il sig vincenzo purtroppo ha modi di esprimersi moooolto singolari e credo che molti evitino proprio di leggere quanto afferma sia per la lunghezza esasperata sia per la difficile decifrazione del contenuto dei suoi post.

      Elimina
  2. Bello.
    Io sono solo un po' scettico riguardo al far entrare la presunta frase della veggente di Garabandal nel novero delle profezie, nel senso che sì, è stato detto in tempi non sospetti che un pontefice non veniva tenuto in conto, però per certi versi avrebbe più senso non conteggiare Francesco (perché, come sottolinea qualcuno, un papa non può dimettersi, per cui un altro non può che essere solo un "vescovo vestito di bianco"... non è la mia idea nel merito, ma la capirei) che un pontefice che muore anzitempo, tra l'altro pure in circostanze misteriose dopo la significativa numerologia simbolica di 33 giorni (sebbene mi sia capitato di leggere di recente un'intervista al medico di Luciani nella quale sostiene che David Yallop, autore del celeberrimo "In nome di Dio", dopo aver parlato con lui abbia riportato l'esatto opposto di quanto scaturito).

    Invece la profezia di Malachia, va detto, lì per lì oscura e risibile, acquista senso proprio alla luce della compresenza di due pontefici sul trono, uno dei quali, per definizione, non può che essere "il secondo Pietro." Immagino che nella prossima parte farai menzione della profezie attribuite a Giovanni XXIII allorché descritte un Benedetto sedicesimo che si sarebbe incamminato col santo scalzo.

    Vorrei aggiungere una breve analisi interessante che ho ricavato da Ionescu, interprete di Nostradamus, a proposito della qualifica di "secundus" (lì si riferiva a Enrico II, che pure dovrebbe essere un Enrico al di qua da venire). Forse più che un'analisi è un concetto, però stranamente, stranamente azzeccato (rimando allo spunto sulla profonda pregnanza, anche linguistica, del dono della profezia che ho buttato lì nel mio penultimo messaggio prima di questo, pregnanza che reca seco la compresenza di tantissimi livelli di senso).

    "Sapendo che Enrico II al momento della pubblicazione [dell'epistola] non sarebbe stato vivo, secondo logica Nostradamus avrebbe dovuto dedicarla a Carlo IX che sedeva allora sul trono e che si era recato a Salon per fargli visita. Il manoscritto era ormai completo e nella sua forma definitiva, e il Profeta avrebbe potuto sostituire il nome del destinatario con quello del sovrano regnante, che tra l'altro lo aveva colmato di favori: invece, lo lasciò nella sua stesura originale, in quanto non era indirizzato a Enrico II ma a Henry, roi de France Second."
    La formulazione di questa dedica lascia immaginare che si tratti d'un re futuro, un re dal grande destino perché "secundus" in latino vuol anche dire caritatevole."

    Forse qui si riesce a intuire quel che mi sono malamente ritrovato a spiegare. Il profeta utilizza un termine, "secundus", che ci parla di questa profezia - SE riferita a Francesco - da almeno due punti di vista convergenti: Francesco è il secondo Pietro contemporaneo a uno che non è venuto a mancare, ma è pontefice - emerito - pure lui, e, in ordine all'altro significato ben illustrato da Ionescu, quale migliore descrizione potrebbe restituire il suo stile e la sua linea pontificale se non, appunto, "caritatevole"*?

    *ok, c'è qualcuno che sostiene sia tutta una finta, però, stando all'immagine pubblica, il suo profilo è questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nell'articolo mi spiace essermi ripetuto così spesso, ma dovevo creare il fondo per i prossimi e devo anche pensare che ci sia gente che si sintonizza soltanto ora e non abbia le conoscenze che abbiamo noi sull'argomento.
      Prima di allacciarmi al tuo commento, una cosa mi preme dire e la ripeterò nella prossima parte. Pietro il romano, è il primo papa che affronta la fine dei tempi nel suo conclamarsi, ma non è l'ultimo papa.
      Pare ce ne sia almeno un altro dopo di lui, prima di un collasso globale che porterà anche l'organizzazione "Chiesa", la Chiesa materiale, temporale, a crollare nel caos generale. La Chiesa spirituale (e parlo di una spiritualità allargata che forse non tutti possono comprendere) resterà in vita, anzi, prevarrà sui suoi nemici e sarà il filo conduttore che porterà l'umanità nella nuova era di pace.
      Volevo anche precisare, riguardo alla quartina V, 97 di Nostradamus ed alla mini storia papale delineata, che nell'articolo non ho abbastanza evidenziato il fatto che la frase finale di Nostradamus: "che dei romani non sarà troppo conforme" acquista un significato illuminante alla luce delle dimissioni (forzate o no che siano) di papa Benedetto!
      Questa si, che è esattamente una "non conformità", ma nel 2011 non potevo saperlo.
      Anche questo dettaglio lo ripeterò nella prossima parte, perché voglio sia ben chiaro come molte di queste profezie vanno ad incastrarsi perfettamente con gli avvenimenti in corso.
      Tornando a te. Parli di Enrico II come Grande Monarca, in relazione a Francesco. Sono d'accordissimo con te sul guardare a questo Monarca come ad una figura regale, ma in termini spirituali. L'erede del giglio, in campo esoterico, è l'erede della dinastia cristica.
      Io Francesco lo vedo più come papa della tribolazione, con una probabilità, leggendo le profezie, che il suo pontificato finisca in maniera cruenta.
      Il Grande Monarca nelle profezie è accompagnato da una figura di una papa santo, il più santo di tutti. Vedremo cosa può significare tutto questo. Ma questo Grande Monarca siamo proprio sicuri che sia un reale monarca, inteso come uomo dai grandi poteri temporali? O forse in un periodo di massimo caos, potrebbe essere un grandissimo carismatico, un Avatara, quasi associabile alla "seconda venuta intermedia di Cristo" (la "parusia intermedia", concetto non accettato dal cattolicesimo, ma ampiamente diffuso nelle profezie di stampo cattolico) e ad altre profezie non cristiane che parlano dell'arrivo di un grande carismatico spirituale durante la fine dei tempi? (ad esempio il Mahdi della fede islamica).
      Di carne al fuoco ce n'è parecchia. Quello che sarebbe bene fare è cercare di rendere il più chiaro possibile una scaletta temporale di un denominatore comune di tutte le profezie che riguardano i papi e correlati. Vedremo se riuscirò nell'intento. :-)

      Elimina
  3. 4.370 – 07/10/2016 - Anguera

    "L’umanità berrà il calice amaro del dolore attraverso le armi silenziose. I progressi tecnologici porteranno grandi sofferenze ai Miei poveri figli."

    Quali sono queste armi silenziose?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai dato un'occhiata all'articolo sulle profezie di Alois Irlmaier (ecco il link)

      http://profezierivelazione.blogspot.it/2011/11/le-profezie-di-alois-irlmaier-prima.html

      viene descritta un'arma che, lanciata dall'alto, sprigiona una polvere giallastra che uccide tutta la vita organica, lasciando intatte costruzioni e veicoli.
      Poi ce ne sono anche di meno silenziose, come l'ordigno, descritto sempre da questo profeta, che scatena uno tsunami in grado di annichilire l'Inghilterra.
      Peraltro, in periodo relativamente recente, uscì proprio la notizia di nuovi siluri nucleari russi in grado di generare tsunami artificiali capaci di spazzare via intere città costiere. Ecco un link che ne parla.

      http://www.nogeoingegneria.com/timeline/progetti/i-nuovi-siluri-nucleare-russi-possono-generare-tsunami-che-spazzano-via-intere-citta-costiere/

      Poi immagino che di "armi silenziose" ce ne siano parecchie altre di cui io di certo non sono a conoscenza. L'uomo di questi tempi è uomo d'ingegno, soprattutto quando si tratta di far fuori i propri simili.

      Elimina
    2. @MBLux9 ottobre 2016 06:31
      L'uomo di questi tempi è uomo d'ingegno, soprattutto quando si tratta di far fuori i propri simili.

      Mi hai fatto ricordare una frase attribuita ad Einstein che ho letto in un commento di lettore su non ricordo quale blog.
      La frase é questa:
      Ad un topo non verrebbe mai in mente di costruire trappole per topi

      Alcuni di noi umani invece si ingegnano per costruirne di sempre più micidiali. E' giusto chiamarli predatori sociali perchè predano all'interno della loro stessa specie.

      Gli etologi affermano che i topi sono naturalmente collaborativi tra loro, forse sono anche più intelligenti di noi.

      Elimina
    3. Ahaha :-D. Non so se hai mai letto la "Guida Galattica per Autostoppisti" di Douglas Adams. In quel libro c'è la conferma che i topi sono certamente più intelligenti di noi. :-)

      Elimina
  4. Scusa MBLux, siamo sicuri che la profezia di Malachia - ammesso che sia autentica e affidabile - affermi certamente che dopo BXVI viene papa Francesco? Non potrebbe esserci una soluzione di continuità fra i due papi? Mi spiego: Dopo BXVI ci sono altri papi ma che non sono "romani". Nel senso che non risiedono più a Roma, quindi non sono più vescovi di Roma oppure non sono più capi della Chiesa cattolica ma primati di più chiese...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luigi, mi chiedi se sono sicuro, ma, come diceva qualcuno: "di sicuro, c'è solo la morte" :-) e io sono di quell'idea. Allora, come dicevo, la profezia di Malachia è stata stampata per la prima volta nel 1595 dallo storico benedettino Arnoldo Wion che la attribuì a San Malachia, affermando che era stata redatta nell'anno 1139.
      Quando si mette in dubbio l'autenticità di tale profezia, si intende che si dubita che sia del 1139, mentre non ci sono dubbi che sia un testo realmente stampato nel Cinquecento.
      Peraltro, posseggo una copia di un libro di profezie del 1914, intitolato "La guerra europea e le profezie" di tal Giuseppe Ciuffa, in cui l'elenco dei papi di Malachia viene riportato esattamente come lo vediamo noi oggi. All'epoca era appena morto "Ignis Ardens", il motto di Malachia per Pio X, deceduto il 20 agosto del 1914.
      Diciamo, che, con un pizzico di fede, tale elenco è giunto così com'è sino a noi per un qualche motivo e qui mi fermo.
      Quello che dici è verissimo, potrebbe essere un'ipotesi.
      Io semplicemente, facendo un po' il verso al rasoio di Occam, deduco che Pietro II arrivi dopo "De gloria olivae", perchè non vedo la necessità di infilarci altri papi nel mezzo. In un certo senso, tale principio allora potrebbe valere per qualsiasi papa dell'elenco. Chi ci dice che non ci siano due, tre, dieci papi tra "De labore solis" e "De gloria olivae"?
      E' vero, l'ultimo non è un motto. Però perchè saltare dei papi, mentre fino a quel momento li aveva enumerati uno per uno?
      E poi, come è stile di questo blog, ci sono le altre profezie correlate, comprese le numerosissime profezie contemporanee che ci indicano questi tempi, posso credere di avere un'ulteriore conferma di non dover inserire altri dieci, venti papi prima di Pietro II. Giusto per fare un esempio, la Madonna di Anguera dal 2008 ha variato sensibilmente il tenore dei messaggi indicando che "sono arrivati i tempi predetti" e ci sono altri numerosissimi casi come questo.
      Ma volendo proseguire con la tua ipotesi, si potrebbe in effetti pensare che Pietro il romano sia un papa, nuovamente "romano", che giungerà dopo una serie di papi per qualche motivo, non canonici. Però seguendo il tuo discorso ("non risiedono più a Roma", "non sono più capi della Chiesa Cattolica, ma primati di più chiese") dovrei pensare che anche Papa Francesco faccia parte di questi "non romani", mentre attualmente è il papa della Chiesa Cattolica. Per avvalorare questa tua tesi, dovremmo considerare non valida l'elezione di papa Francesco, dopo le dimissioni di Benedetto XVI. Ho elaborato bene la tua proposta o non ho capito io qualcosa? Sei di questa idea? Tranquillo che qui puoi parlare liberamente senza essere messo alla gogna. :-)
      Grazie mille, un saluto.

      Elimina
  5. 2017

    Sergei Markov, un professore dell’Università di Mosca, che seguendo la teoria delle onde di Kondatriev, ritiene che nel 2017 si concluderà un ciclo di sviluppo economico con l’arrivo di una profonda crisi ed uno stato di guerra planetaria.

    _-_-_-_

    Non molti sanno che anche Isaac Newton era interessato a prevedere il futuro, applicando complicati calcoli matematici alle profezie bibliche. Partendo dal libro di Daniele, secondo i calcoli di Newton, la fine del mondo sarebbe arrivata nel 2060. Recentemente però, lo studioso J.S.Elios ha rilevato nei calcoli di Newton un errore e, correggendolo, ritiene che la data della fine del mondo sarebbe il 2017.

    [Questo tizio è convinto di aver ricavato che un planetoide, cui lui dà nome "Sedna", incrocerà il nostro sistema solare esattamente nel maggio 2017, provenendo dalla costellazione del Toro]

    _-_-_-_

    Tra le profezie per il 2017 ce n’è però anche una positiva perché indica in questo anno la fine di un ciclo. Teresa Neumann, mistica bavarese, aveva previsto un periodo di 18 anni, precisamente dal 1999 al 2017, in cui avrebbero trionfato “l’ignoranza, il disprezzo per la cultura, l’arroganza."

    [Questa mi pare un po' un'elucubrazione, intendo l'inizio nel 1999... però curiosamente si arriva sempre a individuare il 2017]

    _-_-_-_

    Qualcuno si ricorda che avevo segnalato la notizia che Tom Cruise aveva messo in vendita le sue proprietà?
    Sempre il tizio di cui sopra s'è reso conto che il film Oblivion, film post-apocalittico proprio con Tom Cruise, situa nel 2017 una serie di avvenimenti catasfrofici per l'umanità. Qui un paio di immagini:

    http://www.jshelios.com/oblivion/

    Sul suo sito, peraltro, facilitato dalla comune lingua portoghese, questo autore pubblica un documento manoscritto da suor Lucia, la veggente di Fatima, per una biografia curata dalle sue consorelle. Questa la traduzione in inglese, che descrive uno scenario apocalittico dovuto all'inclinamento dell'asse terrestre (compatibile con lo scenario di questo famoso planetoide che invade il sistema solare, e anche con quanto rivelato da Giovanni Paolo II a un gruppo di pellegrino tedeschi a proposito dell'opportunità di tenere celato un vaticinio come quello di un diluvio improvviso che avrebbe colpito una serie di territori per non creare panico):

    “I felt my spirit inundated by a mystery of light that is God and in Him I saw and heard: the point of a lance like a flame that is detached, touches the axis of the earth, and it trembles: mountains, cities, towns and villages with their inhabitants are buried. The sea, the rivers, the clouds, exceed their boundaries, inundating and dragging with them, in a vortex, houses and people in a number that cannot be counted. It is the purification of the world from the sin in which it is immersed. Hatred, ambition, provoke the destructive war. After I felt my racing heart, in my spirit a soft voice said: ‘In time, one faith, one baptism, one Church, Holy, Catholic, Apostolic. In eternity, Heaven!’ This word ‘Heaven’ filled my heart with peace and happiness in such a way that, almost without being aware of it, I kept repeating to myself for a long time: Heaven, Heaven.”

    Insomma: se alla fine volessimo aggiungere altre notizie al dossier 2017 e al dossier papabili corpi celesti che invadono il sistema solare, bisognerebbe aggiungere questo Sedna e le interpretazioni testé descritte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Commento estremamente interessante ...... concordo inoltre sul fatto che il 2017 sarà un anno " fuori dal comune ".
      Ripropongo dunque un link dal sito Royaldevice dove tratta in modo ( a me pare ) completo ed empirico, un evidente cambiamento dell'inclinazione terrestre ......
      E' un po complicato da seguire ma vale la pena di arrivare fino in " fondo "

      http://www.royaldevice.com/calendario/terra%20fuori%20orbita-7.pdf

      Videre Nec Videri

      Elimina
    2. HMM, tutto estremamente interessante, ho solo paura che, fossilizzandosi su una data, non si rischi di fare la fine di quelli che aspettavano il 21/12/2012 alle 12:12 ecc.ecc. :-)
      Ad ogni modo, come poi ti ho già detto, anch'io noto queste concordanze con il 2017 e gli attribuisco un carattere simbolico piuttosto forte. Alle potenze che stanno dietro le profezie sembra che piacciano i simboli e le ricorrenze :-) Forse la missione di Fatima iniziata nel 1917 si concluderà con il suo centenario, o forse no. Vedremo.

      Elimina
    3. Ah! Riguardo al pdf linkato da "Videre Nec Videri", in questo blog partecipa un lettore piuttosto ferrato in materia (YMan). Gli avevo sottoposto il pdf anch'io (è un po' che sto pdf gira per il blog :-) ) e lui me ne ha parlato piuttosto male, dicendo che scientificamente ha diverse falle. Magari appena riesce ti risponde lui direttamente. Ciao!

      Elimina
    4. Grazie !

      Videre Nec Videri

      Elimina
    5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    6. Ciao,
      in effetti ho tentato di leggere più di un PDF. Quello che posti tu, non è certo il più coerente.
      Sinceramente non ho capito perché faccia tutti quei calcoli, ma non ho neppure troppo il tempo di mettermici su.
      Speravo che avanzando nelle pagine spiegasse meglio, ma è sempre più criptico sino alla apoteosi finale i cui si rivela per quello che è : un fanatico religioso che sermona tutti quelli che non la pensano come lui.

      Allora ho ripreso da capo e, se leggi bene, ha un approccio cospirazionista dei più chiari: ci tengono nascosto che la terra è fuori dell'eclittica!

      Ammettiamo che la NASA lo stia facendo, ci sono milioni di astronomi professionisti ed amatori nel mondo, vuoi dire che tutti ce lo tengono nascosto? Ma anche a livello dei governi: qual'è l'interesse della Cina? Quale quello dell'India, della Russia, del Giappone?
      Comunque, passando ad una critica più "scientifica": per identificare una variazione del moto terrestre fuori dal piano dell'eclittica c'è un metodo meno incasinato e facilissimo: osservare il moto degli altri pianeti. Se noi siamo usciti dall'eclittica (poi perché noi e non gli altri pianeti?), gli altri pianeti seguirebbero una traiettoria diversa da quella che possiamo osservare tutte le notti: ciò non mi risulta.
      Penso se ne sia accorto pure lui e ad un certo punto dice che pure gli altri pianeti sono usciti dall'eclittica. Dunque, a suo dire, tutti i pianeti sarebbero usciti dall'eclittica. Bene. Se fosse così, allora tutti i pianeti sarebbero... sull'eclittica, poiché la definizione di eclittica è "il piano immaginario su cui ruotano i pianeti attorno alla nostra stella" !!!
      Tuttavia, se l'eclittica si è inclinata, dovremmo effettivamente osservare un cambiamento importante: l'asse terrestre non punta più verso la stella polare. Ora, neppure questo mi pare sia accaduto, basta aprire la finestra stasera e guardare il cielo se è sereno...

      Ma passiamogli anche questa "svista".
      Sempre secondo lui, in questo momento (10/10/2016) il secondo sole si troverebbe fra le orbite di Nettuno ed Urano, dunque ad una distanza che lo renderebbe visibile se fosse un sole...
      Comunque dalle sue spiegazioni sappiamo che il 13/10/2016 intersecherà l'orbita di Urano distruggendolo, visto che non l'ha già fatto a luglio come aveva supposto. O ce lo stanno tenendo nascosto?
      ;-)
      Ma fra tre giorni sapremo...

      Infine, in un altro PDF inserisce una lista di vulcani che si sarebbero risvegliati, ne ho controllato 5: non uno solo si è ancora risvegliato !
      Dove le prende le informazioni?
      Piuttosto, il vulcano Katla in Islanda sta dando segni di risveglio e non è buon segno, poiché è il più pericoloso vulcano islandese. Le sue ceneri possono oscurare il sole molto più a lungo di quanto fatto dal vulcano Eyjafjallajökul nel 2010. Ora, nella lista del tizio, non c'è un solo vulcano islandese!!!

      Insomma, avrai capito che sto tizio non mi convince, anche se la sua interpretazione dei crop circle è molto interessante.
      Poi, come ho detto a MBLux, io sono un pessimo profeta, quindi potrei sbagliarmi.
      YMan

      Elimina
    7. @ YMan,

      Ti ringrazio per la tua analisi.
      Non ho mai dato grande credito al sito in questione ma non ti nascondo che quel Pdf mi aveva "colpito".
      Non essendo un esperto di cose astronomiche apprezzo le tue considerazioni, ma non ti nascondo che una certa "inquietudine" rimane .....
      Probabilmente questa può anche essere una cosa "voluta" da parte dell'autore di Royaldevice, ma amo pensare che sia in buona fede.
      Speriamo che abbia preso un abbaglio in quanto questo 2017 prossimo venturo è già di per sé "carico" di funesti presagi.

      Videre Nec Videri

      Elimina
  6. Sul tema specifico dei pontefici, mantenendoci nel solco del mio interesse per questo invasore celeste, si possono di nuovo rinvenire queste due quartine:

    Dopo il seggio tenuto 17 anni,
    Cinque cambieranno in tale trascorso termine,
    Poi sara' eletto uno del medesimo tempo,
    Che non sara' troppo conforme ai romani.

    La grande stella per sette giorni brucera',
    La nube fara' due soli apparire,
    Il grosso mastino tutta la notte urlera',
    Quando il grande pontefice cambiera' di territorio.

    Insomma: si è detto che a questo papa-finale toccherà fuggire da Roma. Be', se non è linguaggio figurato, la descrizione una volta tanto appare molto, molto precisa.

    RispondiElimina
  7. HMM, quello che penso è questo. Francesco è papa legittimo, ma potrebbe evolvere (o involvere, secondi i socciani) verso un papato che o ingloba gli ortodossi (e altri) o è inglobato in un processo di "papato" federale dove c'è una diarchia o addirittura un triumvirato e quindi il papato non è più tale secondo i canoni che conosciamo, ma dove il vescovo di Roma governa insieme all'arcivescovo di Canterbury piuttosto che al Patriarca di Russia, quindi c'è oggettiva difformità dalla Chiesa di Roma, che non è più tale per il suo primato mache che lo condivide con altre fedi. Qui si inserisce il discorso di chi parla della nuova Chiesa a Gerusalemme...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luigi Ferrari,
      nel mio tentativo di scardinare il codice del Ragno Nero, ho fino ad ora individuato un periodo con due Papi, ed uno con tre ! Di questi tre, uno, chiamato il Drago, il Dragone o Caino, è chiaramente di origini russe.
      Ti ringrazio, perché solo adesso mi hai forsennato uno spunto per capire. In effetti, potrebbe trattarsi di un Patriarca di Russia e non di un Papa russo. Approfondirò il soggetto. Comunque GRAZIE
      YMan

      Elimina
  8. Comunque anche il Ragno Nero prevede fuochi d'artificio per il 2017. Sbaglio?

    Ma vi ricordate il discorso sulla Matrix?

    http://www.independent.co.uk/life-style/gadgets-and-tech/news/computer-simulation-world-matrix-scientists-elon-musk-artificial-intelligence-ai-a7347526.html

    RispondiElimina
  9. Secondo me questa fase storica del papato è descritta in Apocalisse 17, 11, dove si parla di una sequenza di 8 re:
    "Qui ci vuole una mente che abbia saggezza. Le sette teste sono i sette colli sui quali è seduta la donna; e sono anche sette re. I primi cinque sono caduti, ne resta uno ancora in vita, l'altro non è ancora venuto e quando sarà venuto, dovrà rimanere per poco. Quanto alla bestia che era e non è più, è ad un tempo l'ottavo re e uno dei sette, ma va in perdizione".
    In pratica la lista partirebbe dal papa Giovanni 23° che aprì il Concilio Vaticano II (il concilio pastorale in cui la Chiesa volle aprirsi al mondo, iniziando a farsi corrompere dal suo spirito mondano, quindi a prostituirsi spiritualmente con esso)
    Cinque papi sono caduti: Giovanni 23°, Paolo 6°, Giovanni Paolo I, Giovanni Paolo II, Benedetto 16°
    Ne resta uno in vita: Benedetto 16°
    L'altro dovrà rimanere per poco: Francesco, il pietro secondo ('di riserva') il cui regno finirà prima che lo stesso quinto re (benedetto16°) cada
    La bestia (falso profeta): è il settimo re (uno dei sette) e allo stesso tempo l'ottavo... perché la lista adesso include anche il 'papa emerito' rimasto in vita
    Benedetto16 quindi dovrebbe essere l'ultimo papa (sopravvivendo allo stesso Francesco), l'ultima pietra che impedisce la manifestazione piena dell'anticristo nel mondo, tolta la quale un falso profeta - l'ottavo re, la bestia - assolverà per l'anticristo quel compito che il Battista aveva assolto per il Cristo...
    Papa Francesco imho (con interpretazione del tutto personale) morirà nel 2017 in accordo alle profezie di Malachia, che diede a Giovanni Paolo I il motto 'de mediaetate lunae' perché voleva intendere che nel 1978 la luna papale si sarebbe trovata a metà del suo corso iniziato nel 1939, per cui ci sarebbero stati in un arco temporale identico... 3 papi prima di Giovanni Paolo I e altri 3 papi dopo di lui... quindi abbiamo:
    1939 + 39 anni = 1978
    1978 + 39 anni = 2017

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...arriviamo sempre al 2017, in un modo o nell'altro.

      Elimina
    2. Ah dimenticavo sempre su Malachia: il motto di Benedetto 16° potrebbe essere un riferimento al suo ritiro dall'esercizio attivo del pontificato, se si interpreta 'de gloria ulivae' in base al brano biblico di Giudici 9, 8-9:
      Si misero in cammino gli alberi
      per ungere un re su di essi.
      Dissero all'ulivo:
      Regna su di noi.
      Rispose loro l'ulivo:
      Rinuncerò al mio olio,
      grazie al quale
      si onorano dèi e uomini,
      e andrò ad agitarmi sugli alberi?"
      In pratica Benedetto 16° rinuncia come fa quell'albero al regno, una volta compreso che la sua vera gloria non è quella del potere temporale bensì quella di produrre olio spirituale, alias preghiera/penitenza per la Chiesa di Dio e l'avvento del SUO Regno (dei cieli)
      Sempre sul 2017 ho trovato questo video su youtube riguardante Ap 12,1 ("Nel cielo apparve poi un segno grandioso: una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e sul suo capo una corona di dodici stelle") e una sua interpretazione astronomica: https://www.youtube.com/watch?v=aDRj3MsNNO0&index=11&list=FLnJEyfiCa8ggo7aeFSjYo6w
      Come anche questo articolo sulla piramide di Giza, interpretata come segno cristico che riporta anche lì al 2017: http://watchfortheday.org/signsoftheend/giza2024.html
      In ambiente evangelico questi segni celesti/terreni fanno pensare al rapimento dei cristiani profetizzato da San Paolo, anche se secondo me in quel caso al massimo si potrebbe interpretare come possibile per il 2017 solo la resurrezione dei morti, ma non quella dei vivi...

      Elimina
    3. Grandissima interpretazione. tanto di cappello.
      E' tua?

      Elimina
    4. Concordo. Se permetti la metterei in una delle prossime parti dell'articolo per darle maggior risalto: ci sono anche lettori che i commenti non li leggono.

      Elimina
    5. Sì quella su Benedetto 16° è mia :)
      Ma riferimenti biblici per interpretare i motti di Malachia penso ce ne siano parecchi, secondo me chi ha scritto quei motti l'aveva ben in mente; ad esempio la luna come punto di riferimento per calcolare il tempo (Giovanni Paolo I) può far pensare a Sir 43, 6... la dolorosa 'eclisse solare' di Giovanni Paolo II dovuta al suo calvario fisico a Sir 17, 31..
      grazie comunque:)

      Elimina
    6. @MBLux: grazie, sì se la vuoi usare in un altro articolo fai pure :))

      Elimina
  10. Intanto ho terminato la parte di quel libro dedicata agli eventi futuri (rispetto alla data di pubblicazione).
    In una quartina Nostradamus situa Saturno in Acquario (2022-2023... oppure trent'anni dopo) nel pieno dell'attività del grand chiren (anagramma di "Henric"). Nello stesso periodo, l'Europa sarà occupata dagli "angelmois" (Cina e Russia occupano oggi il territorio degli ex "mongolais"), il pontefice si troverà fuori sede... se molti di questi avvenimenti dovranno essersi già svolti entro quel biennio, ciò è motivo in più per fare attenzione alla finestra "nov. 2016-sett. 2017".
    Qui la scaletta non cronologica degli avvenimenti:

    - ci saranno due pontefici in contemporanea dopo dopo Giovanni Paolo II;

    - uno dei due pontefici avrebbe avuto tratti di simpatia per il comunismo... e infatti Francesco è considerato vicino alla teologia della liberazione, del resto fortissima in Sudamerica e presso molti gesuiti;

    - la "rivoluzione", partita idealmente dalla Francia nel 1789, per una sorta di legge karmica proprio in Francia farà ritorno, in un percorso inverso in cui saranno i russi (popolo che più di altri ha "subito" l'onda lunga degli ideali rivoluzionari dell'illuminismo) a condurcela o ad aggravarla (penso alla profezia di Irlmaier sulla torre Eiffel presa d'assalto dal popolo durante un'occupazione militare ad opera della Russia);

    - la Cina nel bel mezzo del conflitto mondiale invaderà anche la Russia (pure questo dettaglio, se non sbaglio, trova conforto in autori);

    - il Grande Monarca si troverà a fronteggiare anche gli arabi;

    - la quartina nostradamica sull'alleanza tra Serse e Attila viene interpretata riferendosi a Cina e Iran (guardando quanto sta accadendo in Siria, Attila potrebbe pure rappresentare Putin);

    - Israele avrà molto da soffrire, e Gerusalemme sarà distrutta;

    - l'Italia conoscerà un'invasione e una rivoluzione. Presumibilmente l'invasione avverrà per mano araba, con un percorso che muoverà dalle coste libiche (c'è chi ritiene che se Aleppo dovesse cadere, tutta una serie di guerriglieri ed estremisti si rifugerà). L'Italia sarà liberata dal Grande Monarca, che riporterà il papa nel suo storico seggio;

    - l'Italia conoscerà pure disordini interni. Vi porrà fine un novello dittatore (par di capire che codesto duce sia figura diversa rispetto al Grande Monarca);

    - l'America entrerà tardi nel terzo conflitto mondiale in appoggio agli eserciti europei che tentano di scacciare gli occupatori. Questa rappresenta una stranezza su cui vale la pena di soffermarsi, considerato che di fatto i paesi europei non hanno una reale potenza e autonomia militare. Il pensiero non può che correre a catastrofi naturali. Avevo postato in passato un'intervista apparsa su Libero a una persona che sosteneva che dei contatti ufologici avrebbero svelato ai russi che l'anno prossimo (sempre 2017!) si verificheranno terremoti ed eruzioni vulcaniche in tutto il mondo. Forse sono eventi legati;

    - la Jugoslavia sarà divisa (ok, questo è il passato, ma quando il libro è stato scritto non era ancora accaduto, e di per sé potrebbe essere indice del corretto sguardo esegetico);

    - gli Usa avrebbero anche conosciuto un declino imputabile a un impoverimento spirituale e culturale culminato in un tracollo finanziario. Però nella cronologia non è chiaro cosa venga prima e cosa dopo. Questo potrebbe essere il motivo del mancato intervento americano in Europa, o anche giungere dopo;

    - l'incoronazione del Grande Monarca è prevista nella parentesi tra il 2022 e il 2024. E' detto che sia prima che dopo si verificheranno gravi conflitti, il secondo dei quali, se male non ho colto, sarà una sorta di nuova crociata contro l'Islam, nel frattempo raccoltosi dietro il pugno di ferro di un grande condottiero. Si potrebbe dunque dedurre che prima verranno sconfitti gli invasori orientali, ovvero Russia e Cina. E, ipotesia mia, potrebbe darsi un'alleanza coi russi in chiave anti-musulmana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "l'America entrerà tardi nel terzo conflitto mondiale in appoggio agli eserciti europei che tentano di scacciare gli occupatori. Questa rappresenta una stranezza..."

      Nell'articolo in sei parti sulla terza guerra mondiale in questo blog si capisce abbastanza bene come gli USA non riescano ad intervenire in Europa a causa dell'invasione a casa loro, concertata da Russia e Cina attraverso entrambe le coste, orientale ed occidentale.
      Diversi veggenti (Wilkerson, Gruver, Duduman, Johansson) hanno avuto questa visione.
      Sul tradimento della Cina posso dirti che durante la ricerca per scrivere l'articolo di cui sopra avevo trovato alcuni veggenti (una piccola minoranza) che profetizzavano un'invasione della Cina contro la Russia, ma non ho mai letto di tradimento se non in un caso.
      Su un forum americano ho trovato un tizio piuttosto sconosciuto che sostiene di avere delle visioni. Ecco la sua scaletta:

      1) Grande terremoto vicino al mare: potrebbe essere la California, ma non ne sono sicuro.

      2) Questo grandissimo terremoto fa da evento scatenante per una serie gravissima di eruzioni vulcaniche.

      3) La Russia invade l'Europa e si avvantaggia rispetto agli USA che stanno soffrendo.

      4) I Russi saranno sconfitti appena raggiungeranno il centro Italia da un grande e ancora sconosciuto leader italiano. (???)

      5) Per loro sarà impossibile ritirarsi a causa di armi segrete usate dai tedeschi. (perfettamente concorde con le diverse profezie, compreso Irlmaier! Le tre avanguardie russe non torneranno mai a casa loro, saranno distrutte in parte dalla "polvere gialla", in parte da altre armi devastanti).

      6) La Cina tradirà la Russia ed invaderà parte di essa.

      Incredibile, considerando che questo è un perfetto "signor nessuno".
      Com'era quel passo di Gioele nella Bibbia?

      Gioele 3,1

      Dopo questo,
      io effonderò il mio spirito
      sopra ogni uomo
      e diverranno profeti i vostri figli e le vostre figlie;
      i vostri anziani faranno sogni,
      i vostri giovani avranno visioni.

      Elimina
    2. Anche il veggente di Waldviertel vedeva gli USA impossibilitati a intervenire in Europa, molto probabilmente a causa di:

      - Guerra civile interna

      - Disastri naturali (Yellowstone e California)

      - Attentati inflitti dall'ISIS, vedi questi messaggi di Anguera:
      2.518 - 03.05.2005
      "armi nucleari e biologiche saranno usate dagli uomini dalla grande barba e il terrore si diffonderà in varie nazioni."
      2.821 - 07.04.2007
      "Gli abitanti di Filadelfia vivranno momenti di grande difficoltà. Il terrore arriverà."
      2.924 - 01/12/2007
      "I nemici entreranno a Manhattan e i miei poveri figli porteranno una croce pesante."

      - Uso di armi nucleari da parte della Cina, vedi questo messaggio di Anguera
      2.492 - 08.03.2005
      "Il dragone andrà incontro all’aquila e lancerà fuoco sui suoi figli, causando la distruzione di gran parte del suo nido"

      E altri messaggi che non ricordo, tra cui anche l'utilizzo del vaiolo e acqua contaminata

      Elimina
  11. Meanwhile ....

    http://www.difesaonline.it/mondo-militare/russia-caso-di-guerra-il-paese-andr%C3%A0-sotto-il-controllo-dei-militari-le-direttive-di

    Videre Nec Videri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Link interessante, grazie!

      Elimina
    2. Sono io che ringrazio te MBLux per il tuo lavoro con questo ottimo blog !!

      Videre Nec Videri

      Elimina
  12. Ho trovato una trentina di profezie nuove in inglese, tutte in linea con la nostra cronologia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) fammele avere che le pubblichiamo! O postale qui nei commenti...

      Elimina
  13. Interessante discussione. Aggiungo un link di un americano con cui sono stato in corrispondenza: http://www.world-destiny.com/

    RispondiElimina
  14. Stefano Pozza
    Avevo trovato un video di un profeta ebreo che le aveva azzeccate tutte in cui si diceva che il 2017 sarebbe stato l'anno messianico, da nn confondere con un vero e proprio ritorno di Gesù Cristo.....il video nn lo trovo più ho trovato questo però....https://www.youtube.com/watch?v=wPLFbcg6U24

    RispondiElimina